Google Search Console e “anonymous query”

Il 19 Agosto c’è stato un aggiornamento della Search Console che sembra sia passato sottogamba all’editoria SEO online. Nome in codice “anonymous query“.

Secondo Google è un aggiornamento minimale, ma si è apprestato a inserire una nota nel nuovo Performance report della Search Console. Cosa dice: se fai un filtro del tipo “Queries not containing” la sommatoria dei dati (e anche il grafico) non conterrà più le “anonymous query” ovvero le query che lui decide di nascondere per motivi di privacy (…), probabilmente la stessa privacy alla base del (not provided). Si appresta però a sottolineare come quei dati siano pochissimi.

Riporto il passaggio completo:

Chart totals no longer include anonymous* (rare) queries when you apply a query filter. Previously, the chart totals included all anonymous queries when a “Queries not containing:” filter was applied. Because of this, you might see a drop in clicks and impressions when adding a filter that excludes specific queries. We believe that omitting anonymous queries from all query-filtered results is more consistent.

* An anonymous query is a query submitted only a few users. We omit these queries from results to protect user privacy. Some sites will have very few unique queries; other sites will have a large proportion of anonymous queries.

Ora ti mostro in realtà cosa significa questa cosa e l’impatto che può avere sui tuoi dati, o meglio la quantità di dati che Google – per sani e onesti principi di privacy – nasconde. Te lo mostro con un paio di screenshot presi da un cliente di medie dimensioni.

Nell’immagine che segui vedi un tradizionale report Impressions/Clicks SENZA alcun filtro sulla query:

Nel prossimo screenshot puoi vedere lo stesso report filtrato per le query che NON contengono la parola “xxx the number of the beast” (nessuna affinità semantica con i contenuti del cliente):

Come puoi vedere le due immagini dovrebbero essere uguali al più di quel minimo raro inusuale calo dovuto alle query che il sig. Google decide di togliere per la privacy.

A pensare male quello che si può notare è:

  • si sono perse il 19% delle impression
  • si sono persi il 16% dei click
  • un sito in piena crescita sembra stia subendo un pesante calo (con relativi allarmi di “penalizzazioni”, “algoritmi”, “…”)

Ti spiego ancora meglio con un altro esempio.
A seguire tre screenshot di Google Search Console:

  • Report Query 28gg senza filtri = 182.847 click + 4.610.000 impression
  • Report Query 28gg con filtro includi contiene [key] = 9.755 click + 29.684 impression
  • Report Query 28gg con filtro esclusi contiene [key] = 137.972 click + 3.330.000 impression
  • Totale:
    9.755 + 137.927 = 147.727 click (-19% di 182.847)
    3.330.000+ 29.684 = 3.359.684 impression (-28% di 4.610.000)

Conclusioni tecniche SEO

#DioSeSoffro hanno ancora senso ora i report di GSC se facciamo un filtro sulle parole chiave?

 

Loading Facebook Comments ...

2 pensieri su “Google Search Console e “anonymous query”

  1. Marco

    Ciao Riccardo,
    dal 19 agosto stiamo avendo problemi con la API di Search Console. Quando andiamo ad aggiungere la dimensione page alla query il risultato totale e’ diverso da quello della query senza dimensione (non applichiamo nessun filtro).
    C’è una discussione nel forum https://productforums.google.com/forum/#!topicsearchin/webmasters/%22page%22$20dimensions$20at$20Search$20Console$20API$20e un articolo su seoroundtable https://www.seroundtable.com/google-search-console-page-filter-bug-26430.html

    Mi chiedevo se hai avuto lo stesso problema.

    Rispondi
    1. Merlinox Autore articolo

      Probabilmente va ad applicare il filtraggio delle query che non mostra.
      Il report risultante è su base query o base pagine?

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *