WordPress e Commenti Google+

Embed al posto dei commenti di Google PlusIn molti parlano dei commenti di Google+ come la quint’essenza della viralità sociale. Effettivamente sono efficaci, soprattutto perché consentono più azioni contemporaneamente:

  • Gestione dei commenti
  • Condivisione dei commenti nella “bacheca” Google+ del commentatore (opzionale)
  • Recupero di chi posta il post in G+, indipendentemente dal blog

Ma allora il difetto qual è? Che essendo un’applicazione non ufficiale (è nata integrata in Blogspot) non notifica i nuovi commenti, al più che chi commenta ti tagghi!

 

Notifiche per i commenti G+

Allo stato attuale non ci sono soluzioni, al più di chiedere cortesemente ai tuoi lettori di taggarti. Una mezza soluzione però c’è, ovvero invece di usare i commenti si può usare il “post embed” previsto da Google+, ovvero:

  • Scrivi l’articolo
  • Te lo posti su Google+
  • Dal menu opzioni del post ti copi il codice “Incorpora post” e via

Difetti:

  • Bisogna farlo per ogni singolo post e non è un automatismo
  • Il widget pare non sia per niente personalizzabile nell’aspetto, è quello che vi ritrovate
  • Non vengono intercettate le condivisioni fuori dal post

Pregi:

  • Ricevi sempre le notifiche: ovvio non sono del blog-post, ma del googleplus-post

Per quanto riguarda  “intercettate le condivisioni G+ fuori dal post” basta fare riferimento al Google+ Eco (o Google+ Ripples), che tanto comunque è un’azione manuale che avresti fatto anche con gli altri commenti.

Per l’inserimento del widget con poche righe di personalizzazione php del tema WordPress si può risolvere il problema. Ti condivido come ho fatto io:

La prima cosa che ho fatto è settare un custom field nel post mettendoci l’id del post, ovvero l’ultima parte del permalink del post di Google+. Io l’ho chiamato gpluscomment.

Nel template che pubblica il contenuto del post ho creato un banale filtro the_content che se trova un valore “decente” di gpluscomment, mette in calce al post il widget (che poi potete personalizzare come volete):

<?php
function gplusembed_filter($content){
global $post;
$gpluscomment = get_post_meta($post-&gt;ID, 'gpluscomment', true);
if (strlen($gpluscomment)>1){
$gplusembed = '<div id="gplusembed">' .
'<script type="text/javascript" src="https://apis.google.com/js/plusone.js"></script>' .
'<div class="g-post" data-href="https://plus.google.com/108430785388669534399/posts/'. $gpluscomment . '"></div>' .
'</div>';
$content = $content . "\n\r" . $gplusembed ;
}
return $content;
}
add_filter( 'the_content', 'gplusembed_filter', 1 );
?&gt;

Il filtro ovviamente è da inserire prima della chiamata the_content() o eventualmente nel function.php.

 

Riferimenti online

 

Per gli smanettoni

C’è la possibilità di interagire con i commenti di G+ tramite le API. Il metodo che restituisce tutti i commenti di un post richiede però il activityId che è un identificatore univoco, che NON corrisponde al postId usato nell’esempio sopra.

Per ottenere l’activityId, partendo dal permalink di un post di Google+, non ci sono metodi diretti, al più di usare il metodo che restituisce tutti i post di un utente e verificarne la compatibilità di URL: assurdità!

Eventualmente, come suggerisce Maurizio Ceravolo, si possono sfruttare le API dell’eco, però la condizione necessaria è che il blog-post abbia almeno una condivisione pubblica.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *