Webby Award 2009

In questi giorni si sono celebrati i Webby Awards 2009. E mentre a New Work si festeggia tra champagne e caviale, in un’atmosfera full glamour tra la Cameron Diaz e l’Alessandra Ambrosio… qui in Italia invece voglio festeggiare il sorpasso di Luca Sofri (aka Wittgenstein) su Beppe Grillo, o almeno questo si legge nella tanto temuta classifica di (ei fu) BlogBabel. A Luca e al suo prestigioso blog dedico questa semplice immagine.

Parlando del premio ecco i titoli assegnati che hanno colpito maggiormente la mia attenzione. Partiamo dai premi speciali.

Premio "lifetime achievement" a Sir Tim Berners-Lee ovvero l’inventore di internet. Temo che finchè esisterà il TCP/IP questo signore continuerà a meritarsi il premio a vita.

Nel mondo musicale è stato premiato Trent Reznor, per le sue capacità di integrare il mondo della musica con il mondo dei social network.

Twitter ancora una volta riconosciuto come applicazione rivoluzionaria, grazie all’invenzione del Micro Blogging: copiato e ricopiato da milioni di altre applicazioni online. Secondo me il pregio di Twitter oggi è ancora quello di aver mantenuto la sua massima semplicità, devolvendo a terzi (tramite le A.P.I.) qualsiasi altro tipo di complicazione e interazione.

Il premio come miglior Web Agency va invece alla R/GA, specializzata in interactive advertising, websites, mobile sites, online film e video. Un’azienda dai numeri strepitosi: tutto il territorio americano e oltre 60 stati in giro per il mondo. Per un totale di oltre 10.000 progetti. Forse abbiamo trovato qualcuno che lavora più di Massarotto!

[ad name=”postintra”]

Come migliore navigazione / struttura è stata premiata la pagina portfolio di WHITEvoid: non è l’obrobio che vedete collegandovi al sito che vi hanno indicato loro. Ma è lo spettacolo che vi offre cliccando sul menù alla voce Portfolio e quindi sul box nero: fantatisco!

Premio animazione e motion graphic al Cordaline Website: quando la semplicità si sposta con l’animazione 3d multimediale: un godimento per gli occhi e per la banda che non è strozzata.

Come comunity vince ancora l’oligarchico mondo di Flickr, di proprità di Yahoo che come gruppo ha fatto incetta di premi e nomination. Mentre il mondo dei social network vedono vincitore il grande Digg: il sito più clonato del mondo!

Parlando di applicazioni online vince Animoto, la rivoluzione dello slideshow, che proprio oggi mi è stato segnalato come ottimo strumento dal buon Paolino. A seguire Blurb.com per la creazione di libri e DimDim per le web conference.

Se avete notato qualcos’altro di particolarmente ecclatante basta che lasciate un commento. La pagina con tutti i premi e le nomination la trovate qui.

Loading Facebook Comments ...

8 pensieri su “Webby Award 2009

  1. Merlinox Autore articolo

    @Pino: lui è il numero uno. Oltre tutto pare anche molto simpatico. L’articolo di Wired giugno di lui che passa la nottata con i sottotitolatori di Lost è eccezionale.
    @Yuri: secondo me la parola Social Network è un po’ troppo usata ormai: dentro ci finiscono digg, fb, tw, ff, del.icio.us… servirebbe un po’ di precisione in più secondo me.

    Rispondi
  2. yuri

    Hai ragione merlinox, gli hanno dato quel nome/quei nomi ma per me potrebbero chiamarsi benissimo:
    -passatempo
    -sponsorizzati
    -guarda la pubblicità
    -fatti manipolare il pensiero
    -ecc.
    un po drastico? 😛

    Rispondi
  3. Joel

    @ yuri Dipende un po’ da come li affronti, io li uso solo come:

    – perditempo

    Per il resto, ho ormai fatto l’occhio $esclusipubblicità e non la noto neanche più. Do tante imprinting ma 0 click 😀

    A me ha colpito il vincitore della FOOD AND BEVERAGE… non funge il link, lol.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *