Visual Studio 2005 rename id on paste

Visual Studio 2005 ha una utile funzione che permette di rinominare automaticamente gli ID doppi nel caso di un copia incolla.

Se vuoi avete un DIV con id="pippo" lo copiate e lo reincollate in altre parti del codice, Visual Studio 2005 rinominerà il nuovo ID automaticamente. E’ tutto corretto. Secondo le regole dell’HTML non possono esserci più Oggetti nel DOM (Document Object Model) con lo stesso ID.

Il problema però sorge quando state facendo dei layout HTML ottimizzati, e vi capita di avere lo stesso oggetto, riscritto in più parti, magari all’interno di IF o SWITCH. La cosa diventa molto molto fastidiosa.

Per risolvere il problema dell’auto renaming on paste, dovete andare in:

tools > options > Text Editor > HTML > Miscellanous > Auto ID elements on paste in source view

e assicurarvi che non sia Checkato!

Loading Facebook Comments ...

14 pensieri su “Visual Studio 2005 rename id on paste

  1. Merlinox Autore articolo

    @pierluca: sicuramente gli user control sono un’ottima cosa. Però per quel poco di esperienza che ho se un sito deve essere fruibile al massimo e ottimizzato, conviene usare delle strutture di layout (era a quelle che facevo riferimento) più tradizionali possibile. O sbaglio?

    Grazie del tuo intervento.

    Rispondi
  2. othello

    Gli user controls sono ottimi per poter “racchiudere” parti di codice riutilizzato.

    Se scritti correttamente producono HTML di buona qualità, e, anche se li uso pochi, si sposano molto bene con il elborato via CSS…

    Personalmente utilizzo molto di più custom controls… quindi racchiudere controlli in DLL, producendo così un HTML ancora più pulito, e soprattutto, mantenendo in maniera estremamente precisa il risultato ottenuto.

    Rispondi
  3. Merlinox Autore articolo

    Ho capito. Però nel mio esempio parlavo di ASP non asp.net. E’ una filosofia come ben sapete completamente diversa. ASP.Net è un linguaggio di programmazione vestito da carnevale in un linguaggio per il web (secondo me).

    Sono però ancora convinto per se si vuole avere un sito ultra light e ottimizzato, non è ancora una soluzione ideale.
    Troppa roba iniettata dentro e troppo lento.

    Rispondi
  4. othello

    bella questa discussione…forse è un pochino off topic…

    conosco merlinox da anni e un giorno faremo un bellissimo test dove cercheremo di ottenere lo stesso risultato via Asp.net e via CF… e vedremo quale dei due sorgenti sarà più comodo da sviluppare da un team di persone, e soprattutto da manutenere e modificare nel tempo… 😀 😀

    Rispondi
  5. Merlinox Autore articolo

    @Othello: sto parlando di siti, non di web application. Non facciamo confusione… Ma soprattutto dato che il sito è MIO, vado off topic quanto voglio. Chiaro??? 😆

    Rispondi
  6. othello

    @ merlinox…
    Troppa roba iniettata dentro e troppo lento.

    certo… se si usano i controlli predefiniti si sposa la loro filosofia e il loro comportamento, accettandone i vantaggi e gli svantaggi…

    Ma ASP.NET non è altro che un generatore di codice HTML fatto con tecnologia .NET e con un linguaggio object oriented…
    Fonisce helper predefiniti che consentono a chiunque e in maniera estremamente rapida di ottenere risultati di qualità discutibile…
    insomma… qualcuno si potrà lamentare che le pagine prodotte con CGI, PHP o CF non vanno bene? direi di si se chi le scrive lo fa male…

    Rispondi
  7. Pierluca

    @Merlinox:
    Non avevo capito che usavi VS per costruire pagine in Asp classico(infatti mi sembrava un pò strano l’uso degli if ecc nel markup….anche se possibile in asp.net, meglio evitare, dato che si dispone del code behind).
    Sul fatto di avere un sito ultra light e ottimizzato puoi ottenerlo anche con Asp.Net dipende molto
    dall’uso che viene fatto di alcuni controlli/codice ma soprattutto è necessario conoscere la materia
    (ma questa mi sembra una regola generale).
    Infine la soluzione proposta da othello è altrettanto valida.

    Rispondi
  8. Merlinox Autore articolo

    Concordo. Il fatto però di usare linguaggi di scripting (anche se CF ormai non è più proprio definibile così) comporta una cosa: se è scritto male il sito significa solo che chi lo ha scritto non è buono di farlo, sua unica colpa!

    Rispondi
  9. othello

    grazie pierluca… 😀

    è anni che combatto dicendo che tutti gli strumenti sono validi…alcuni più comodi, altri meno… la scelta può essere fatta per motivi tecnici, gusto personale, per politica, per motivi economici…

    Poi sta ad ognuno di noi capire qual’è lo strumento migliore per la singola “applicazione”… e forse convengo con merlinox che per la produzione pura di siti web / grafici, Asp.Net sia un pochino scomodo… Ma parlando di web application, per fortuna che Asp.Net esiste… 😆

    Rispondi
  10. Merlinox Autore articolo

    @othello: per par condicio diciamo anche “IES. ASP.net can (do it)”
    @pierluca: si ho trovato il modo perchè con interdev stavo uscendo pazzo!

    Rispondi
  11. DvD

    Scusate se mi intrometto, di linguaggi web ne ho visto diversi e sono d’accordo su qualche di questione:

    1) Ognuno ha i suoi pro e i suoi contro
    2) In mano ad un ignorante anche il miglior linguaggio del mondo produrrà danni
    3) Non esiste il miglior linguaggio, solo quello più adatto in un contesto e se qualcuno vi dice che programmare in perl sui palmari con VIM è la miglior cosa che si possa fare mandatelo pure a ca..re non si offenderà anzi probabilmente si convincerà ancora di più di essere nel giusto!

    Byez

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *