Tucano Urbano e la pubblicità interrogativa

Cliccare per ingrandireEcco un’altra novità nel mondo della pubblicità e della comunicazione.
Tucano Urbano, io ho trovato la pubblicità su Due Ruote di Aprile, propone la pubblicità di un prodotto innovativo, ma inesistente.
Si tratta di un tappeto da porre sui parcheggi cittadini a pagamento (per auto) dove sono disegnati dei posti parcheggio per le moto.

Nella pubblicità il tappeto è proposto in vari modelli (pattern) a seconda del tipo di manto stradale.
Che idea innovativa e folle.

Sono rimasto basito qualche minuto, non riuscivo a capire come una ditta del genere (famosa e importante, leader del settore moto-scooter abbigliamento e accessori urbani) potesse proporre una cosa simile. Alla fine ho letto la scrittina “Il prodotto non è in vendita. E’ illegale l’occupazione di suolo pubblico…”.

Ma la domanda è? Qual’è lo scopo di una pubblicità simile? Risultare simpatici o come al solito fare parlare di se?

Loading Facebook Comments ...

3 pensieri su “Tucano Urbano e la pubblicità interrogativa

  1. photostar

    bello, quasi quasi me lo faccio davvero, visto che spesso sui parcheggi delle moto ci mettono le auto! La pubblicità può essere anche strana, ma l’idea è geniale e andrebbe presa alla lettera.

    Rispondi
  2. Merlinox

    E’ geniale si al più di un paio di punti:
    – arrivo, lo piazzo, parcheggio e poi quando devo andare via se ci sono altre moto
    – è illegale.

    Cmq il tema parcheggi delle moto è tutt’altro che uno scherzo. Almeno a Rovigo sono pochissimi e la legge (italiana) non è per nulla chiara, soprattutto quando ci sono parcheggi a pagamento.
    Teoricamente le moto non dovrebbero pagare, in quanto non è possibile inserire il biglietto all’interno dell’auto. Però la legge espressamente non dice che le moto possono parcheggiare.
    Nei marciapiedi non si può e nei parcheggi normali ti accoltellano se per una moto rubi un posto intero.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *