Come farsi trovare dai motori gratis

come un uomo nel pagliaio di the_butterfly

 Qualche anno fa la frase che si sentiva più dire era

Non importa se i tuoi contenuti sono buoni, se non ti fai trovare

Lo sviluppo tecnologico dei motori di ricerca, primo responsabile Google Inc., è a livelli impensabili. Il problema oggi potrebbe essere "come non farsi trovare". Ma apriremo un capitolo di discussione infinito.

Oggi l’obiettivo è cambiato. E’ cambiato lo scenario in cui bisogna muoversi. I siti sono milioni in più, rispetto a un anno fa. Una crescita esponenziale. Secondo Domain Tools siamo quasi a quota 106 milioni (Last Updated : 2008-10-31), con oltre 105 mila domini registrati nelle ultime ore. Oggi l’obiettivo è "farsi trovare prima di altri" nela SERP (Search Engine Results Page).

Se mettete dei contenuti online state certi che Google vi trova: ma gli altri motori? Sono così inconsiderabili da escluderli a priori? Beh direi di no! Questo blog, da inizio anno, ha le seguente statistiche:

  1. google: 81.82%
  2. msn: 7.51% (12.8% assieme a live)
  3. live: 5.29 % (12.8% assieme a live)
  4. alice: 2.12 %
  5. yahoo: 1.95 %
  6. search: 0.45%
  7. ask: 0.44%
  8. altavista: 0.28% (che tristezza… e dire che la mia vita è iniziata qui…)
  9. aol: 0.07%
  10. lycos: 0.03%

Se fate corrispondere il vostro sito a un budget, tipo a 1.000.000 € annui di fatturato, un 2% in più equivale a 20 mila euro!!!
Vediamo quindi come segnare ai motori di ricerca principale un nuovo sito.


Segnala ai motori di ricerca

Google – www.google.com

http://www.google.it/intl/it/add_url.html

Si possono però trarre notevoli vantaggi inserendo all’interno del sito gli script per Google Analytics e Google Adsense. E senza dubbio inserendo il proprio sito nei Google Webmaster Tools.

Google (per blog) – blogsearch.google.com

http://blogsearch.google.com/ping

Nello stesso input si possono aggiungere URL del sito e URL del feed RSS.
 

Live di Microsoft – www.live.com

http://search.live.com/docs/submit.aspx?FORM=SUNO

Yahoo (versione free): – www.yahoo.it

http://it.search.yahoo.com/free/request
Nella stessa pagina si possono aggiungere URL del sito e URL del feed RSS. L’inserimento qui vale anche come inserimento per Altavista.

Virgilio – www.virgilio.it

Pare non esistere più una pagina a questo scopo e che le ricerche si basino su Google (fonte html.it). Quello che è certo che la parte a pagamento ora la fa gestire da Adwords.

Ask – www.ask.com

Fa tutto da solo. Però da una pagina di specifiche piuttosto dettegliata, su come ottimizzare le proprie pagine e come essere esclusi dalla ricerca. Il suo algoritmo si chiama: ExpertRank

Search – www.search.com

E’ un meta ricercatore. Nel senso che i suoi risultati sono merge delle SERP degli altri motori. Quindi lavorate sugli altri.

Negli ultimi giorni ho notato moltissimi accessi proveniente dal sito Ask, un nuovo motore di ricerca, che sembra avere ottime caratteristiche. Purtroppo come da indicazioni nell’help non è previsto un "aggiungi sito", ma tutto è basato sul loro crawler.


Segnaliamo alle directory

Sinceramente non so quanta gente ormai utilizzi le directory. Però è certo che essere inseriti all’interno di una directory, DMOZ su tutte, porta un notevole miglioramente a SERP e Pagerank.

Dmoz

Scegliete una posizione nell’albero delle directory e via. Tutte le info qui.

Yahoo

Navigate nelle categorie da qui, quindi in basso a destra troverete il testo "Proponi un sito".

Segnalo di Alice

Directory open, troppo open. Ormai presa d’assalto dalla blogosfera come un social bookmark. Il link è qui.


Non ho messo tutto, spero però di avervi dato dei buoni spunti per il vostro lavoro.

 

Post precedente: Segnalare un sito nuovo ai motori… | Foto di The Butterfly

Loading Facebook Comments ...

10 pensieri su “Come farsi trovare dai motori gratis

  1. Merlinox Autore articolo

    Lo pensano in molti, nella buona e nella cattiva fede 🙂
    E’ per quello che ha un valore minimo, mentre per entrare in DMOZ bisogna farsi il cu*o!

    Rispondi
  2. Pingback:   Il meglio della settimana #22 | JuliusDesign

  3. Pingback: Link della settimana #14 - Amoga WebMania

  4. Merlinox Autore articolo

    Prova a inserire notizie aggiornate sul mondo dell’auto, del parcheggio etc e magari fare leva anche su parole chiave secondarie che ti farebbero da piattaforma a tutto il resto del sito.

    Rispondi
  5. Pingback: Seo “Royal Wedding” test

  6. Pingback: Non posizionamento nei motori @merlinox

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *