Si fossi neve… scenderei in inverno

Cliccare per ingrandireIn dialetto veneto si dice “imbrigolà” quando i fili nelle matasse si intrigano e non si capisce più come rimetterli in ordine.
Un po’ come le stagioni negli ultimi anni in modo particolare quest’anno.
Abbiamo avuto un inverno caldo, non ci sono mai state giornate di freddo intenso, le ghiacciate, i panorami bianchi di brina nelle prime ore della giornata.
Da un certo punto di vista certo è meglio, la viabilità ha meno problemi, si esce anche più volentieri: ma non c’è più l’inverno.

Lo sci quest’anno ne ha risentito pesantemente, poca neve, pochissima, soprattutto nel periodo a cavallo di capodanno dove le piste italiane disponibili si contavano sulla punta delle dita. Aperte erano le piste più moderne, dotate di mega cannoni, che sarebbo in grado di innevare anche a luglio.
Poi d’improvviso arriva la primavera e con la primvara arriva la… la NEVE!
Beccatevi questa immagine tratta dalla webcam di Pampeago, comprensorio del Latemar.

p.s.: “Si fosso foco” di Cecco Angiolieri, capio Stefra…

Loading Facebook Comments ...

2 pensieri su “Si fossi neve… scenderei in inverno

  1. thisend

    Cecco è il mio mito.. la neve qui nn si è vista. o meglio si è vista ma tempo 30 minuti e si era sciolta (ho anche postato delle foto sul mio account zooomr della seconda nevicata che purtroppo non ha imbiacato un bel niente) e si è avuta proprio il 21 marzo, giorno in cui entra la primavera..

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *