SEO Spam: Linda, Ariela, Patricia

SEO Spam!E’ tempo di crisi, ormai quasi carestia. Anche nel web si inizia a risentire dei contraccolpi di uno stato barcollante. Ed è proprio nei momenti di crisi che spuntano come funghi personaggi alla Tremotino.

Se succedesse anche in un mondo professionale in cui la professionalità e difficilmente comprovabile, un mondo di cui tutti ultimamente discutono ma in pochi capiscono esattamente di cosa si tratta? E’ così che nascono i seo troll, ovvero personaggi che ti contattano per dirti che il tuo sito ha bisogno di un SEO. Vi immaginate di girare per strada e trovare della gente che vi guarda e vi dice: ciao sono un dottore, tu stai male, ti aiuto???

Questi personaggi hanno anche dei nomi e sono meravigliosamente tutte donne: Linda Miller, Ariela Beluco, Patricia McKeown, Sandra Gallo, Dona Bruno. Le loro agency si chiamano: Internet SEO Online, Seosemaster, iSEOonline, Befirstseosem.com o siteottimizzazione.com. E ancora: Paola Casale e lavoro come manager SEO per Traffico Per Tutti, Lucia Casati e sono la responsabile di Italy-SEO. Ragazzi SEO Spam da panico!!!

Questa invece è una tipica email che potrebbe arrivarvi!

Salve,
colgo questa opportunità per presentarmi. Il mio nome è Linda
e lavoro come manager SEO per Seosemaster.com
Facendo una ricerca online per uno dei miei partner lavorativi,
ho notato faridere.it e sono certa di poterle dare un paio di suggerimenti interessanti.
Da esperta SEO, gestisco un ampio portfolio di siti web di alta qualità
che potrebbero esserle utili per incrementare il rank e e il traffico del suo sito internet.
Se la cosa le interessa, sarei felice di mandarle maggiori informazioni e dettagli.
Una buona giornata,
Linda Miller
linda@seosemaster.com
Seosemaster.com

Salve,
vorrei cogliere questa occasione per presentarmi.
Il mio nome è Ariela e sono la responsabile di siteottimizzazione.com
Lavoro al fianco di numerosi siti internet. Gestisco il loro SEO in base alle particolarità
dei maggiori motori di ricerca on line, tra cui Google, Bing e Yahoo.
Lavorando al sito web di uno dei miei partner lavorativi, ho incrociato bloggeritaliani.it.
Sono convinta di poter esserle utile per incrementare il traffico, la visibilità e il Page Rank del suo sito.
Se interessato, sarei più che felice di elaborare meglio i dettagli della mia proposta di assistenza.
Le auguro una buona giornata,
Ariela Beluco
ariela@siteottimizzazione.com
SiteOttimizzazione.com
http://it.linkedin.com/in/arielabeluco

Ho provato a portare avanti con questi profili una discussione: contate che avendo molti blog e siti me ne sono arrivate a scamionate. Purtroppo non sono riuscito a creare un dialogo e ad arrivare ad un “quél”. Qualche amico ci ha provato ma alla fine quello che propongono è scambio link: tu metti un loro link in un post e loro mettono un tuo link in una pagina con più link delle stelle della milky way.

La SEO è una cosa seria. Qualcuno la da per morta, perché non sta più al passo coi tempi. Se prima SEO era un paio di TITLE azzeccati e firma nei forum, oggi è necessario molto più lavoro e competenza: la concorrenza è agguerrita, Google è agguerrito, bisogna saper cercare nicchie, spingere di marketing, avere qualità dei contenuti, creare strategie, inventarsi modi per generare link baiting, analizzare e sapersi proteggere da attacchi esterni, o almeno individuarli.

Diffidate di due cose nel mondo SEO: di quelli che vi propongono un all-in-one a 100€ e di quelli che vi offrono verità assolute!

foto originale by topfer

Loading Facebook Comments ...

7 pensieri su “SEO Spam: Linda, Ariela, Patricia

  1. Alfredo Zingariello

    Grazie Riccardo per l’articolo, ormai non si contano più le email che ricevo da questi fantomatici FantaSEO, e quanti miei clienti mi hanno contattato chiedendomi spiegazioni in merito e se potevano ottenere dei vantaggi.
    Provando a replicare ad un’email, per vedere fin dove ci si poteva spingere, questa è la risposta che ho ottenuto:

    Da esperto SEO , quando ho visitato il suo sito per la prima volta, ho subito visto il grande numero di backlinks, ma a seconda visione ho visto che essi mancano di varietà, lingue, temi e PageRank.
    Mi consenta di dirle l’importanza della varietà nei backlinks. Vede, ogni backlink in direzione del suo sito è un “voto di fiducia” che comunica al motore di ricerca l’importanza del suo sito. Più backlinks il suo sito riceve, maggiori sono le possibilità che guadagni autorità e benefici annessi. PageRank, posizioni, traffico e quant’altro.
    Dopo tanti anni di costruzione links, sono riuscito a comprare e a gestire molti siti di qualità in tanti temi e lingue, con buoni contenuti, PageRank e backlinks. Vorrei proporle di inserire il suo link in uno di loro per aiutare il suo sito a ottenere migliori posizioni su Google e un migliore Google PAgeRank.
    Questo è il sito in cui vorrei piazzare il suo link …..
    Il modo più naturale per dare un senso al suo link e per trasferire tutto il potenziale di questo link è di inserirlo nelle pagine interne.
    Posso proporle di inserire il suo link nelle mia pagina interna ….
    Certo, se vuole, lei è libero di scegliere un’altra pagina interna.
    Vorrei chiederle in cambio di inserire il mio link in una delle sue pagine interne….

    Sono rimasto basito, insomma per chiedere uno scambio di link si sono creati un sito, un profilo su Linkedin e si sono eletti alla qualifica di SEO 😐 ???
    Siccome mamma mi ha fatto la “capa tosta”, non posso credere in tutto questo dispendio di energie solo per fare due scambi link, sarebbe bastata solo un email.
    Allora mi sono detto fammi vedere a chi appartengono i domini dei siti che segnalano, e udite udite… il sito pubblicizzato da Ariela Beluco è di Ariela Beluco,
    il sito di Linda Miller è di Linda Miller, tutte persone americane di stati diversi con dati, indirizzi e recapiti (che poi siano reali… ancora non lo so… l’FBI ha il mio Curriculum sul tavolo e ci sta pensando per farmi una proposta).
    Unica cosa in comune il Registrar MONIKER.

    Io continuo a credere che dietro ci sia una mano comune o quantomeno uno strategia e/o scuola comune, quale sia il loro fine…non lo riesco a capire, non può essere solo uno scambio di link.
    Un passo in avanti si potrebbe fare chiedendo al proprietario del sito che ho volutamente non riportato al posto dei …. nella risposta che avevo ottenuto contattandoli, è un sito italiano, e dal controllo che ho fatto probabilmente ha trovato anche qualcuno con cui fare scambio link.

    …chissa cosa ne pensa Penguin…

    Rispondi
  2. amarituda

    io ci ho scambiato due mail (con Paola Casale) onestameente non ho capito a cosa volesse arrivare e ho lasciato perdere.
    Tutta questa fatica per uno scambio di link? bhà

    Rispondi
  3. Pingback: Scambio link SPAM @merlinox

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *