SEO ad Intelligenza Artificiale

forgot[1]Da qualche giorno online si sta diffondendo una promozione per un servizio SEO ad Intelligenza Artificiale. Ovviamente sono parole che fanno breccia su chi non ha ben chiara cosa sia la SEO e quali siano le attività dietro ad un progetto SEO. Ho ancora qualche dubbio su quanti sappiano cosa è la SEO, ma proseguo.

Dietro all’annuncio c’è una pagina Facebook di un’azienda, che secondo me non è pure un’azienda. Dietro a quella pagina c’è un link (in goo.gl) che porta ad una specie di software di SEO dinamica, puoi già iniziare a rabbrividire. Il link ovviamente è dotato di parametro referral, ovvero quei parametri che consentono a chi genera traffico di guadagnare qualcosa.

Tale software si chiama www.synapser.net. Non l’ho provato, potrebbe anche essere miracoloso, ma in questo post mi interessa fare il punto su una frase:

When a visitor is sent to your web site, Synapser harvests the keywords which your visitor used to reach that page and then serves them up woven into that page to.

A prescindere dal software e da quanto sia nosense l’automatismo in una attività così complessa come la SEO, ricordo una cosa: da molti anni Google ha attivato il (not provided). Per i non addetti ai lavori ricordo cosa è: significa che il sito che riceve traffico da Google NON PUO’ in alcun modo conoscere la ricerca che è stata fatta dall’utente.

Non è un problema di script o software di tracciamento, è un problema che Google ha FISICAMENTE RIMOSSO quella informazione:

SEO: Not Provided, il parametro mancante

Il parametro in query string “q” sta per query e una volta si portava dietro la parola chiave cercata dall’utente, es: q=seo%20fuffa. Come vedete è vuoto: significa che chi riceve traffico da Google per conoscere quel parametro può:

  • Invocare Padre Pio
  • Chiedere al Mago Otelma

Detto questo spero che capirai che se un software (ma ribadisco che voglio solo fare funzionare i cervelli anche dei meno tecnici) si basa sul rilevamento della parola chiave con cui gli utenti hanno cercato, è un software MORTO!

Chiudo con qualche consiglio:

  • Diffida di chi propone tutto automatico
  • Diffida da chi ti svende garanzie
  • Diffida da chi costa pochissimo (chiediti quante ore merita secondo te il tuo progetto e moltiplicale per un costo orario di un professionista)
  • Diffida da chi ti propone risultati immediati
  • Diffida da chi ti porta risultati immediati in poco tempo e a poco costo: o eri messo davvero male col sito, o sei miracolato, o stanno usando tecniche che ti porteranno (il sito) in tomba
  • Diffida da chi non ti chiede gli accessi a Google Analytics e Google Search Console
  • Diffida da chi non fa un brief
  • Diffida di me… potrei aver scritto un sacco di cavolate

Se ancora non sei stufo di leggere prova a vedere se condividi la mia visione di cosa è un progetto SEO.

(foto credit)

Loading Facebook Comments ...

5 pensieri su “SEO ad Intelligenza Artificiale

  1. Samuele Valerio

    Mi chiedo per quale motivo si continua ad associare così facilmente l’automatismo al Web…la sua costante evoluzione è tutti i giorni davanti ai nostri occhi…
    Grazie per la lettura Merlinox.

    Rispondi
    1. Merlinox Autore articolo

      L’automatismo si lega al low cost: se qualcosa fa cose per conto mio, costa meno.
      Non sono contro i tool, assolutamente: ne uso decine e ne insegno altrettanti al mio corso seo.
      Il problema è sempre quello del dominio dei tool.

      Grazie

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *