Rovigo placca, muove il pallone, si sfianca, ma alla fine deve cedere 19-23 contro un Viadana troppo superiore in mischia chiusa. In un Battaglini stracolmo (5000 presenti) la prima semifinale d’andata (domenica alle 20 c’è Calvisano-Rovigo) regala spettacolo ed emozioni, nonostante i tanti errori.

“Rovigo s’arrende” nel titolo mi sembra completamente fuoriluogo.

Una partita decisa fin dal primo tempo dal Rovigo che ha sempre imposto il gioco. Una squadra ultragiovane rea di aver commesso parecchie incertezze nei fondamentali.

Una partita caratterizzata da un arbitraggio indecisimo, lascista e incompetente che ha notevolmente favorito gli avversari. Il Viadana, forte di una maggiore maturità, accortosi degli evidenti gap dell’arbitro in campo e di uno dei guardalinee ha preso la palla al balzo  per un gioco spesso ai limiti della prudenza.

Altro grosso neo, uno dei giocatori del Viadana si è permesso di rispondere malomodo al pubblico rodigino: lo stadio era gremito e poco dopo il giocatore è stato sostituito dal suo allenatore!

Rovigo s’arrende 19-23 – La Gazzetta dello Sport: Altri Sport – Rugby

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *