Poste Italiane: Vergogna

Di Poste Italiane, servizi postali, ne parlano tutti un po’ male. Che sia un vizio? A me un pacco è stato rispedito 3 volte da un’azienda francese gentilissima… solo perché ritenevano che un paio di settimane fossero un segnale di pacco perso. Invece dopo 3 settimane li ho ricevuti tutti, in condizioni pietose, ma tutti.

Ma non volevo parlare di quello, ma di una “posta prioritaria” che è partita da Gatteo Mare (FC) il 5 settembre 2012 alle ore 09.12 e che lemme lemme a piedi è arrivata sfinita a Saonara (PD) la mattina del 12 settembre 2012! Un intenso viaggio tra caldo e traffico intenso: povera letterina.

Poste Italiane: infografica della vergogna

Il payoff del servizio di Poste Italiane è proprio perfetto “Il modo migliore per spedire lettere in tutta Italia.”. Infatti la mia letterina, facendo il tragitto a piedi ha risparmiato un sacco di carburante e ha evitato di emettere nell’atmosfera tanta co2.

Dimenticavo: carine anche le risposte del servizio assistenza via Twitter dei due account disponibili in alternativa del numero di telefono:

  • PosteSpedizioni Sep 11, 11:15am 
    @merlinox Ciao, da qui facciamo assistenza sui prodotti postali tracciati. contatta questo numero 803.160 scelta 1
  • WebPoste Sep 11, 10:42am via HootSuite
    @merlinox Per assistenza sui prodotti postali tracciati contatta @PosteSpedizioni

Un po’ di vergogna no?!

Loading Facebook Comments ...

2 pensieri su “Poste Italiane: Vergogna

  1. renato

    Vivo a Dallas , Texas. Sto aspettando una bicicletta ( di mio figlio) spedita via pacco internazionale assicurato dall’Italia nella prima settimana di dicembre 2012. Mi piacerebbe inviare la copia del tracking che rilascia il sito delle poste italiane. Questo pacco costato la bellezza di 250 euro non e’ ancora arrivato a destinazione dopo quasi 25 giorni. La cosa assurda e’ che sulla famosa reperibilita’ online delle nostre amate poste questa biciletta e’ gia’ andata e ritornata dagli Stati Uniti per ben 3 volte, 2 dalla Germania e 4 dall’Italia. Chiamando le poste italiane, alla domanda ” ma se avete un registro della reperibilita’ online come non fate a sapere dov’e’?” nessuno sa rispondere, se non scortesemente aggiungendo di compilare l’apposito modulo. Si sono anche giustificati xche’ a Natale hanno molto lavoro. Fanno davvero schifo, e’una vera vergogna. Se per caso sapete a chi mi posso rivolgere mi fareste una grande cortesia, anche se dubito che mio figlio rivedra’ la sua amata bicletta. Grazie e complimenti per il blog

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *