Papà Google protegge bimbo IE

Il buon Google segnala prontamente che per fare fronte alla falla di sicurezza presente in IE tramite l’utilizzo di Google Desktop, è bastato applicare alcuni criteri di sicurezza nei propri sistemi, senza aggiornare alcun prodotto.

p.s.: ma se un giorno Google dovesse chiudere i battenti o fare pagare gli ospiti? per la cronaca GMail è ancora in beta e io sinceramente non riuscirei a farne a meno: non è che puntano proprio su questo?

Loading Facebook Comments ...

3 pensieri su “Papà Google protegge bimbo IE

  1. stefanofranzoso

    beh, non vedo perchè non debbano farlo. Libero ha fatto esattamente questo. Una volta che milioni di persone hanno cominciato ad utilizzare la posta di libero ha fatto scattare una politica di "se lo vuoi lo prendi alle nostre condizioni"… e così via…
    eh eh…

    Ma in fondo…non li pagheresti 20,30,40 euro l’anno per il servizio di Gmail?

    Rispondi
  2. Merlinox

    Penso di si, penso comunque che la pubblicità integrata in GMAIL gli fornisca comunque già un buon gruzzolo – purtroppo noi guardiamo le cose sempre con un occhio "tecnico" e magari i banner li riconosciamo. Hai mai visto navigare un neofita di internet o comunque uno che non ci mangia con internet?

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *