Pandemia vs Merlinox: l’intervista

Dopo tanta fatica ho preso il pesce grosso (spero non si offenda): Luca Conti aka Pandemia.
E’ uno dei più importanti blogger italiani, sicuramente il più cross-mediatico e interrelazionato con il mondo normale. Scrive per il Sole 24 Ore ed è spesso un riferimento per la blogosfera italiana. Autore di alcuni libri su internet, motori di ricerca, etc. il suo blog ufficiale è Pandemia.info!

La tua prima occasione di navigare qual’è stata? Quando hai capito che era l’ora di sfruttare seriamente questo canale informativo?

1996 nel primo internet cafè di Senigallia. Mi ricordo che abbiamo navigato un’ora, insieme ad un amico, e siamo andati sul sito della Ferrari e della Juventus. Dopo poche settimane, all’università, mi spiegarono cos’è Internet e usai Mosaic come browser. Sempre passato un secolo.

Fin da allora se ne parlava sui giornali ed ero già curioso. l’uso intensivo è venuto con le prime flat dial up e con l’ADSL. Le potenzialità erano chiare fin dall’inizio, come testimoniano gli investimenti degli attuali leader di mercato ormai 10 anni fa.

 

Entrare nel mondo del web da soli è un po’ come essere in mezzo al mare senza bussola. Se si è fortunati ci si può arrangiare con stelle, luna, sole per trovare una direzione. Te nel iMare quali segnali hai seguito ma soprattutto quali i primi passi (che poi ti hanno permesso di diventare chi oggi sei)?

Non concordo con la tua affermazione iniziale. Il web è un mare magnum ma sapendo usare i motori di ricerca, soprattutto quelli specializzati, non è poi così difficile trovare ciò che si sta cercando, ammesso che sia online, cosa non scontata.

Primi passi? Imparare ad usare i motori di ricerca, essere sempre curiosi e selezionare giorno dopo giorno fonti sui propri temi di interesse da inserire nell aggregatore e da seguire quindi attraverso i feed RSS. Con il tempo avremo un elenco di siti e blog veramente importanti per noi che ci permetteranno di essere aggiornati su ciò che ci interessa veramente senza spendere tempo e con poca fatica.

 

Come vedi abbiamo ragione entrambi. I motori bisogna saperli usare. A volte per il nostro lavoro sarebbe importante guardare chi non è capace e capire cosa cerca ma soprattutto come lo cerca. Il tuo blog come è nato e come l’hai fatto diventare uno dei più importanti d’Italia (dai dacci qualche tips & tricks…)?

E’ nato come un momento con il quale condividere in maniera immediata e globale informazioni, segnalazioni, notizie ed opinioni. Lo curo d cinque anni, quindi il successo è venuto con il tempo.

Consigli? Essere pazienti e costanti, fornire punti di vista originali e consultare le fonti che non sono seguite dalla massa. Trovarsi la propria nicchia e concentrarsi su quella. Leggere molti blog, partecipare alle conversazioni e non essere avari di link, senza esagerare. Rimanere sempre con i piedi per terra e coltivare l’asset più importante del blogger: la propria credibilità.

 

Luca che dire grazie mille per il tempo perso con questa intervista.
Concludiamo con due domandine di rito: progetti per il futuro e… ti piace la niocca?

😀 spiritoso… mi sembrava fosse una intervista troppo seria! Il
futuro dovrebbe riservare una scappatina a Las vegas…stay tuned per
i dettagli…ormai manca poco

 

Grazie ancora a Luca e a tutti i lettori di questo umile blog.

Alla prossima!

Loading Facebook Comments ...

9 pensieri su “Pandemia vs Merlinox: l’intervista

  1. Pingback: » Una pandemia d’interviste Etechs

  2. antonio consoli

    Ciao Merlinox.

    Oltre a farti i complimenti per il blog, volevo segnalarti un’intervista che ho fatto a Luca Conti qualche giorno fa.

    Ho trovato questa tua attraverso technorati, della mia invece non c’è traccia! 🙁
    Sarà perché il blog è ancora giovanissimo, o non so cos’altro. Insomma, se ti va di leggerla, e estendo l’invito ai tuoi lettori, si trova di là, da me.

    Alla prossima.
    Antonio Consoli

    Rispondi
  3. Merlinox Autore articolo

    Grazie Antonio, hai fatto bene a segnalarmi l’intervista che ho letto. Molto professionale.
    Per quanto riguarda technorati ogni tanto ci sono dei lack, ho avuto dei problemi anch’io. Cerca nelle loro faq, ti segnalano una pagina dove segnalarli 🙂

    p.s.: oh luca, ma ti vogliono proprio tutti?

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *