OnePlus Marketing

OnePlus One: il mio!Sono un possessore del OnePlus One, il telefono che probabilmente ha segnato la storia degli smartphone. A parte la premessa – tanto per generare un po’ di invidia – voglio condividere con te questo prodotto, non tanto per vantare le sue performance, quanto per analizzare insieme come questo prodotto è nato sul mercato.

Il telefono è della OnePlus, una startup (con sede principale in Cina) che ha deciso di fare breccia sul mercato offrendo il top della tecnologia al minor prezzo:

OnePlus is a technology startup committed to bringing the best possible technology to users around the world. Created around the mantra Never Settle, OnePlus creates beautifully designed devices with premium build quality.

 

Scheda Tecnica

OnePlus One Benchmark by AntutuUno dei motivi per cui questo smartphone fa scalpore – partendo dal pubblico più nerd – è che è superiore alla media. I benchmark fatti dai possessori, me compreso, dimostrano la sua totale superiorità rispetto a qualsiasi concorrente oggi sul mercato: non c’è Samsung S5 o HTC One M8 che tenga, ha una marcia in più in tutto. Da sottolineare come essendo nativo Cyanogenmod ha probabilmente uno delle versioni top di Android disponibili, per performance e risparmio energetico.

Rimanendo sempre sul tecnico uno dei punti più forti è la batteria: 3100mAh di capacità lo rendono un telefono inesauribile. Personalmente un solo giorno sono riuscito a portarlo a sfinimento, dopo una giornata ad un evento (foto, whatsapp, email, navigazione senza WIFI) e un viaggio di 4h in auto da passeggero, che per farmela passare ho scritto una “ventina” di recensioni su TripAdvisor.

Chiudo la parentesi tecnica riassumendo: se 5,5″ non ti spaventano (tra l’altro è leggero e sottile) non c’è null’altro di paragonabile.

Altri dati al volo:

  • Schermo 5,5″ 1080p full HD con vetro Gorilla© Glass 3
  • 8,9 mm di spessore (con un bordino di 4,6 mm)
  • Processore Qualcomm© Snapdragon™ 801 da 2.5GHz Quad-Core
  • 3GB di RAM a 1866MHz
  • 4G LTE
  • Fotocamera 13 MEGAPIXEL SONY EXMOR IMX214
  • Fotocamera (frontale) 5 MEGAPIXEL grandangolare

 

Prezzo

Il gingillo di OnePlus è disponibile – almeno per ora – al prezzo di 299€ la versione a 64GB e 269€ la versione a 16GB. I competitor costano almeno più del doppio. Non c’è altro da aggiungere.

 

Inviti

Qui secondo me nasce la genialità del prodotto, che alla fine si basa su semplici regole della persuasione: principio di scarsità, principio di reciprocità, desiderio di appartenenza a un gruppo esclusivo, principio di riprova sociale.

Provo a snoccionarle (con il supporto di Rossella che ha verificato cosa ho scritto).

Principio di Scarsità

Il prodotto non è pienamente disponibile. Per ottenerlo serve un invito. Per avere l’invito bisogna avere fortuna: giocare con loro nei social network, iscriversi a infinite liste nel forum o trovare un santo che te ne regala uno. Il prodotto è ovviamente molto desiderato (tecnicamente dovuto) e la gente brama per averlo (specie gli androidiani).

Principio di Reciprocità

Per uno strano fattore psicologico il fatto di ottenere l’invito e avere la grazia  di ottenerlo fa quasi sentire in debito con la OnePlus. L’azienda risponde tranquillamente alle richieste, il forum è popolato e con risposte veloci, il packaging è – come direbbero gli americani – sexy. Insomma mi hanno spedito una bestia simile, ad un prezzo così basso, devo promuoverlo.

Desiderio di appartenenza a un gruppo esclusivo

Ho una cosa così f1ga e non do retta alla chiamata cielolunghista del mio ego dicendo a tutto il mondo che io ce l’ho (e tu no)? Il web prospera di unboxing, recensioni, prove, foto e dichiarazioni di “appartenenza”. Questo aumenta la brand awareness del prodotto, e crea invidia in chiunque non ce l’ha (compresi possessori di costosissimi Android da più di 700€!!!). La setta del OnePlus ha poi un altro potere che li rende speciali: gli inviti. Gli acquirenti infatti ottengono – dopo un tempo non definito – un numero indefinito di inviti: c’è chi li regala agli amici più intimi, chi li vende, chi li usa come premi per giveaway e chi li sbandiera per farsi desiderare, innalzando un’altra serie di leve persuasive, ma soprattutto DESIDERIO.

Principio di riprova sociale

La promozione dei possessori del OnePlus scatena la voglia di cercare di cosa si tratta nel resto dei potenziali acquirenti i quali troveranno al 90% solo recensioni estremamente positive. Conseguenza? Parte la caccia all’invito, stop. Da ottobre alla caccia all’invito si affianca la caccia al pre-ordine, che però non da alcuna garanzia dei modi e dei tempi della vendita effettiva.

Se non ha l’invito e non sei tra i fortunati prescelti puoi provare con Amazon: leggi però le recensioni per vedere non sia la versione cinese da reinstallare.

Per la riprova sociale fate riferimento al post dea Ross.

 

Sistema Operativo

Si astengano dalla lettura i non NERD. Il nerd è una persona strana, una sorta di emo immerso nella tecnologia. Gli androidiani nerd non vedono l’ora di avere un nuovo gioiellino, per crackarlo (togliendone il blocco) e installare una nuova ROM completa, ovvero una release di Android staccata dalla “riprogrammazione” del costruttore (Samsung, HTC, Motorola, …).

Molti di questi scelgono Cyanogenmod. Il OnePlus nasce nativamente con la Cyanogenmod 11S ed il telefono può comunque essere rootato senza perdere la garanzia.

 

iPhone 6

iPhone 6 on AmazonChe c’entra il nuovo costosissimo gioiello di Apple? C’entra perché è sbarcato sul mondo dei phablet, ovvero degli smartphone tra 5 e 7 pollici. Il problema è che oggi l’onda di tendenza che da sempre sospingeva il telefonino di casa Apple potrebbe aver subito un forte colpo. Le cause? Uscita di un malandato iOs8, entrata nel settore phablet, costo inconfrontabile rispetto al OnePlus con prestazioni hardware decisamente inferiori.

Riassumendo: ok che iPhone è figo, ma se costa 3 volte tanto uno ci fa un pensierino al OnePlus! Nonostante il fanatismo “religioso” degli utilizzatori Apple io ne ho già sentito più di qualcuno passare dall’altra parte, alla ricerca di un invitino…

 

Conclusioni

Ovviamente questa è la mia visione, il rischio per OnePlus potrebbe essere quello di non riuscire a contenere la produzione e rispondere alla domanda disponibile nei tempi e modi. Sarà poi da capire la reazione della OnePlus a futuri bug o problemi.

Chiudo con questo tweet di Ignazio Iuppa:

Prosit!

ps: io avevo orgogliosamente un (Samsung) Google Galaxy Nexus con Cyanogenmod 11, ma questo gioiello è davvero un’altra cosa!!! Un particolare ringraziamento ad Ovonzio per avermelo presentato e a Loffio per avermi invitato!

Loading Facebook Comments ...

2 pensieri su “OnePlus Marketing

  1. Rossella

    Io aggiungerei anche un po’ di sana avversione alla perdita (Kahneman http://goo.gl/ISkRv3) quando hai per le mani quell’invito, ormai il telefono è tuo, o meglio: lo senti come tuo. Hai venduto tua madre, beh, quasi… per quel codicino che ti permette di entrare nel club degli eletti che possono vantarsi di avere un telefono che non tutti possono avere. Ma tu si. A questo punto, dopo tutta questa fatica, vuoi non portare a termine l’acquisto entro 24 ore? Che poi… 24 ore, non un giorno, a un’analisi “automatica” 24h sembra molto meno tempo che non “un giorno”.
    E’ un po’ come se ti dicessero: bello, hai SOLO UNA possibilità (e qui si potrebbe citare il paradosso della scelta di Schwartz http://goo.gl/3ib3kC). Una possibilità. Questa. Se non la cogli ADESSO, tornerai a fare parte della massa che acquista l’iPhone, Samsung etc.
    Io continuo a credere che questi signori siano dei geni. E probabilmente degli psicologi 😉

    Rispondi
    1. Merlinox Autore articolo

      M’inchino ad un simile commento. In ogni caso il tweet che ho messo a chiusura del post, in modo più sintetico del tuo e meno erudito, dici più o meno la stessa: effetto FruitJoy.

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *