Oknotizie: il suo successo

OkNotizie vs Diggita vs WikioCon l'amico Rudiano, si analizzava l'incredibile feedback che OkNotizie è in grado di dare. Chi lavora nel mondo del web publishing conosce bene questo particolare social bookmark site. Non tutti lo amano, i suoi utenti sono piuttosto caratterizzati e – caratteristica principale – se resti per qualche minuto in TOP THREE sei inondato di accessi.

In merito alla qualità effettiva del traffico di OkNotizie e in merito ai meccanismi per raggiungere il successo sul quel social ho già parlato. Quello che oggi vorrei analizzare è "perchè arrivano così tanti accessi"? Ma soprattutto "perchè così tanti che la gente normale (non così tanto web addicted, ndr) OkNotizie non sa nemmeno cosa sia?

OkNotizie vs CorriereInoltre, in base agli strumenti utilizzabili online – non precisi ma indicativi – oknotizie non è in grado di vantare un numero di accessi così sbilanciato rispetto ad altri competitor come diggita.it o wikio.it, tali da giustificare le sue performance: date un'occhiata al grafico. Certo avere 70-80 mila visitatori unici al giorno è sicuramente un numero che molti vorrebbero vantare, ma non parliamo di numeri travolgenti.

I numeri impressionanti in Italia sono ancora "proprietà" di colossi giornalistici, tipo corriere.it: al confornto oknotizie è una realtà molto molto piccola. 

 

Ma allora, qual'è il segreto di oknotizie?

OkNotizie vs Virgilio vs CorriereIl suo segreto è il network di siti del suo gruppo. In effetti ogni volta che una notizia appare in testa alla classifica la si può trovare in differenti punti, e in differenti risultati di serp di google:

Come notate dal grafico, il network Virgilio è in grado dinconteggiare tra i 2 e i 3 milioni di visitatori unici al giorno: una cifra decisamente impressionante. 

La vostra pagina svetta in OkNotizie, se riuscite a farla svettare per tanto tempo sicuramente avrà una visibilità ottima. Quindi quando postate qualcosa pensate anche a dove quell'articolo potrà essere visto: vi aiuterà moltissimo nella scelta del titolo corretto e della categoria corretta.

Loading Facebook Comments ...

21 pensieri su “Oknotizie: il suo successo

  1. Val3ri0

    Anche io mi chiesi il perchè del marasma di accessi da okno e arrivai alle tue stesse conclusioni.
    Nessuno dei competitor di okno è in grado di offrire una visibilità simile..

    Rispondi
  2. trippi

    sono d’accordo. ma come spiegasti tu stesso tempo fa, in realtà ben pochi accessi si traducono poi in lettori effettivi e ancora più raramente in fidelizzati 🙂

    Rispondi
  3. Merlinox Autore articolo

    @trippi si beh sulla qualità dell’utenza e l’effettivo mantenimento sul sito è un discorso a parte. Come se dite potrebbe essere interessante condividere tale dato, devo capire come fare con analytics.

    Rispondi
  4. PiazzaJuve

    Concordo in pieno, il numero di visite che può arrivare da OkNotizie può essere veramente enorme, se paragonato ai competitors. In varie occasioni ho superato le 1000 visite da oknotizie, non rimanendo MAI in prima pagina, ma solo in alto nella categoria sport. Sarà anche un problema che i suoi visitatori si fidelizzano poco, ma è anche vero che senza siti come questo pubblicizzarsi è davvero dura. E poi usando i social network spesso riesco ad acchiappare qualche nuovo “mi piace” o fidelizzarne qualcuno con i feed rss

    Rispondi
  5. Erriko

    Tempo fa provai ad avvicinarmi a questo strumento, ma abbandonai subito perchè:

    – il sito in se è davvero brutto e mi da una sensazione un po’ “old style”
    – fornisce poche o nessuna risorsa di integrazione sui siti
    – su erriko.it scrivo di argomenti che a mio avviso difficilmente si adattano all’utenza di oknotizie
    – vi sono delle “lobby” organizzate che si supportano a vicenda, senza le quali difficilmente riesci a svettare.

    Su quest’ultimo punto, di cui ho letto e che mi sembra di aver notato vorrei un vostro feedback, cosa ne pensate?

    Rispondi
  6. Merlinox Autore articolo

    Ti rispondo per punti:
    – mica ci devi navigare… 😉
    – integrazione? google sta sparando a vista ai contenuti duplicati, fra un po’ tutti chiuderanno i battenti
    – basta fare titoli “giusti”
    – si, ne ho pure parlato qualche mese fa

    Rispondi
  7. Erriko

    @Merlinox
    Grazie delle risposte, per quanto riguarda il capitolo integrazione mi riferivo al fatto di ottenere bottoni, widgets o, come ad esempio sta facendo digg sulla nuova versione, la possibilità di importare i feed di un sito dopo aver verificato che si è i proprietari.
    Dei discorsi duplicati sono al corrente, ma tutto sommato quello che si chiede a siti del genere è titolo + breve descrizione + link. Non è un vero e proprio contenuto duplicato, no? Inoltre non si può chiedere di non far uso di questi strumenti all’utente, perchè sarebbe come dirgli di buttarsi nell’oceano delle pagine senza guida (o meglio andando solo a riferimenti da siti che già conosce e motori di ricerca)…

    Rispondi
  8. Erriko

    Merlinox :
    però voglio dire loro sono Virgilio! Non hanno bisogno del bottone nel tuo sito.

    Certo, ma è comodo. Neanche digg, twitter o facebook ne hanno bisogno, però lo forniscono e curano sempre più l’aspetto dell’integrazione…

    Rispondi
  9. Erriko

    @Merlinox Beh facebook vive “anche” di quello, così come virgilio potrebbe vivere “anche” di quello…
    Detto questo comunque devo dire che mi hai messo curiosità e mi sa che non snobberò più questo servizio 😉

    Rispondi
  10. Merlinox Autore articolo

    @tv 3d italia
    1 – articolo provocatorio, interessante e vincente
    2 – titolo provocatorio su leve sinistroidali (chiesa, berlusconi, forza italia) o ti tipo sociale
    3 – un po’ di amici disponibile al voto e perchè no al commento
    4 – generare irruenti discussioni sui commenti di oknotizie, magari creando leve provocatorie, vedi punto 2

    Rispondi
  11. Pingback: Best of del Web – Febbraio 2011

  12. Pingback: Marketing non Convenzionale: Elezioni @merlinox

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *