Moto Guzzi 940 Custom (Moto Guzzi Bellagio)

Cliccare per ingrandireNome in codice Moto Guzzi Bellagio, in onore del paese Bellagio, sulle rive del lago di Como.


Moto Guzzi 940 Custom è stata presentata a Milano all’EICMA e pare sarà sul mercato in questo 2007.
Il motore 940, atipico, è una rielaborazione del 850: è stata mantenuta la corsa del cilindro, modificando l’alesaggio (il diametro del cilindro / pistone).

L’obiettivo tecnico della moto è di garantire la guida più rilassata possibile, da vero customista. Anche il cambio è stato modificato in base a questa filosofia: è lo stesso della Breva 850, sei marce, ma con 5^ e &^ ancora più rilassate, proprio per permettere di viaggiare in tutto relax, bassi giri e quel dolce bot-bot-bot che esce dagli scarichi cromati (scusate ma sono un Guzzista anch’io).

La casa di Mandello punta sulla 940 custom come un nuovo modo di vedere il segmento custom. In decadenza la piccola Nevada, e di dimensioni totalmente superiori la California, la 940 custom vuole entrare in quel segmento di viaggiatore selvaggio, solitario e rilassato dove Harley da sempre è stata la massima protagonista.

Come entrare di forza? Sicuramente con le soluzioni tecniche ciclistiche e motoristiche che Moto Guzzi può vantare, sin dal 1929 grazie a quella filosofia imposta da Carlo Guzzi.

Sul mese di febbraio di DueRuote un breve articolo, ma di prove ancora non se ne parla: se trovate qualcosa online scrivetemi che pubblico. Per ora due articoli importanti:
motorbox
rassegna stampa ufficiale Moto Guzzi 2007

W l’Italia e W i marchi italiani – io ne sono realmente convinto.
Ma soprattuto Io Bloggo. Punto.

Loading Facebook Comments ...

28 pensieri su “Moto Guzzi 940 Custom (Moto Guzzi Bellagio)

  1. alex

    Come custom mi sembra un po troppo fuori dagli schemi.
    Con quel posteriore rischia di non piacere ne ai customisti ne agli altri…….in pratica non sembra ne carne ne pesce purtroppo e questo mi dispiace …..anche io sono un Guzzista.
    Se avessero rielaborato lo Stone in modo più selvaggio forse c’avrebbero guadagnato.
    Spero di sbagliarmi.
    Saluti

    Rispondi
  2. Merlinox

    @alex: speravo di vederla al Bike Expo a Padova quest’anno, purtroppo non c’era, o forse non l’ho proprio vista.

    Anch’io ho qualche dubbio su alcune scelte, però bisognerebbe vederla dal vivo per giudicarla. Bisognerebbe sentire il parere di qualche customista, non so però se ce ne sono fra i lettori del blog.

    Rispondi
  3. alex

    io sono un grande amante del custom e ho deglia amici Harleysti……il giudizio purtroppo è stato negativo.
    Si chiedevono per chi fosse……visto che non la regalano nemmeno….
    Credo che sarà un fiasco
    saluti

    Rispondi
  4. Merlinox

    Urca… questo purtroppo non è bene. Alex l’hai giò vista dal vivo?
    Mi chiedo spesso, generalizzando il discorso, ma quelle case che mettono sul mercato un prodotto decisamente negativo (per qualità, design, problemi motore, …) non hanno fatto test, sondaggi o quant’altro?

    Rispondi
  5. alex

    no fratello non ho visto la moto dal vivo ma ho visto video su youtube e in televisione e altri miei amici l’anno vista a Milano:
    Che dire…….mah…..mi sembra che ci sia gente in giro che si diverte a picchiarsi sui testicoli quando è auspicabile tenerli sani e vegeti….. ma questo è ovvio,un po meno lo è per certe aziende.
    Come la marmitta della Griso,magari a qualcuno piace(pochi), ma dico , non si sono accorti che la cambiano in massa?….Cambiare una marmitta è cosa di poco conto mentre o cosa diversa modificare completamente un posteriore del 940 c .
    Si vedrà !
    Ti ricordi le punterie idrauliche della california?:::::::caspita l’avevano capito anche i cani che non andavano bene…..e invece per quanti anni hanno continuato a farle per poi levarle e tornare alle classiche meccaniche?…….troppo…….troppo….ma li era colpa a sentire i meccanici in Guzzi di quei ceppiconi dell’Aprila che a quanto mi risulta le volevano.
    Le modificarono ,ma a quanto mi hanno detto sempre in Guzzi il problema non è mai stato risolto fino in fondo
    Vabbè chiudo e saluto
    Saluti Guzzisti

    Rispondi
  6. Merlinox

    Ribadisco che non l’ho vista dal vivo, però dalle foto secondo me è una moto che ha il suo perchè.
    Sulle marmitte Griso io sono un po’ Motta, convinto che TWO is mei che uan!!!

    Dal punto di vista tecnico non ho le conoscenze per parlare, so solo che la mia Brevina va che è un piacere, almeno finora.

    p.s.: ricordiamo che Guzzi è storia e che nel ’79 nove aveva una motorella (moto guzzi 850 le mans) che passava i 230 ed era un 850 bicilindrico (fonte la raccolta guzzi).

    Rispondi
  7. alex

    magari 230 sono una dichiarazione un po forzata,ma era comunque una grandissima moto
    Forza Guzzi comunque sempre……..e nella speranza d’avere un altra Guzzi un Giorno (ne ho 3)….magari una bella Vintage ti saluto e vo a letto visto che ho fatto la notte
    Ciao

    Rispondi
  8. Massimo

    A ben vedere…la Moto Guzzi in questo momento cerca di fare qualcosa di nuovo senza esporsi in stravolgimenti del piano industriale…la 940, secondo me e’ una discreta motocicletta dal punto di vista puramente estetico…sicuramente faranno qualcosa…ma la Guzzi e’ la Guzzi…quindi scordiamoci di paragonarla all’Harley…non mi sembra che i progettisti della Triumph stiano a guardare i canoni stilistici dell’Harley quando progettano le loro custom…il copiare facciamolo fare ad i giapponesi…eh.eh..eh..
    quindi…ben venga un modello nuovo…sara’ il prezzo a definire il successo di questa moto…e poi perche’ non fare una california stone con l’850?….sarebbe un buon modello di ingresso….e per il terminale della Griso la spiegazione c’e’…abbattimento delle emissioni…il ‘nostro’ bicilindrico purtroppo e’ un po’ troppo grasso…per cui per non stravolgere le specifiche del propulsore si e’ dovuto operare sullo scarico….che ha dovuto essere per forza generoso…e io lo trovo bellissimo…come tutta la Griso….Ciao

    Rispondi
  9. Merlinox

    Caro Massimo non parlare di Triumph che secondo ha rovinato un mito vero che era la "speed triple", facendola diventare una mezza buell. L’ho vista dal vivo… una delusione!

    Per quanto riguarda le normativa la mia piccola breva 750, con gli scarichi euro 3, sembra abbia una catena al collo che la tira. Ok ecologia ma cavoli la moto (bicilindrica) ne risente da morire. Sognando una coppia di mistral o QUAT-D (morosa mi uccide!!!).

    La Guzzi non è una moto, è una sensazione, una passione, una storia. Chi la sceglie, lo fa per qualcosa di diverso che potenza o velocità. E anche qui, sognando un 850 le mans (valore ancora superiore a 7.000 €)

    Rispondi
  10. leon

    ciao. io l’ ho vista dal vivo a milano e devo dire che…. non vedo l’ora di provarla….. è bellissima , spero solo non sia troppo alta da terra saluti

    Rispondi
  11. Merlinox

    Grandioso. Dimmi di più, raccontami. Trasferiscimi un po’ di emozioni.
    Io invece sto facendo la raccolta delle Guzzi della Hachette. Ti giuro che sogno ogni giorno una 850 sport, o un T3!!!

    Rispondi
  12. leon

    non si possono esprimere degnamente, però…. sai quando non hai voglia di scendere dalla moto e i tragitti sono sempre troppo corti, o quando non vedi l’ora di montare in sella per sentire il cuore pompante della moto ?.. beh quando ho visto la gommona a raggi posteriore e l’ invito a portarla in giro (è quello che trasmette) ,dicevo….le emozioni si sono piu’ che raddoppiate…………….. ps. ho una breva 750

    Rispondi
  13. andrea.moroni@hotmail.it

    io sinceramente nnvedo lora di provarla a vederla è bellissima secondo me mischia lo stile custom con le nacked e secondo me la guzzi ha fattou na buona scelta l’unica cosa sentivo di problemi al motore ma spero solo siano delle voci… ciao a tutti

    Rispondi
  14. MoRo

    cmq per chi avesse msn ho lasciato apposta l’indirizzo di posta quindi chi mi volesse aggiunger per discuterne o per dei consigli per me va bene… ciao ancora a tutti

    Rispondi
  15. Merlinox

    Io l’ho vista in autostrada PD-RO e devo dire che faceva la sua bella figura. Il mio sogno però è la Breva 1200 sport: è meravigliosa!

    Rispondi
  16. Hardy

    Mi dispiace molto che abbiano fatto una custom con un sellino del passeggiero minimale ed il codino una schifezzuola, le borse in cuoio dove le metto…….il motore è buono.

    Rispondi
  17. Merlinox

    @hardy: non è che la 883 abbia tanto sellino, anzi. Le ultime light H-D sono proprio senza sella dietro. La prendi come optional.

    Guzzi secondo me ha il difetto che non esagera, resta nel mezzo.
    La 1200 sport è sportivina, non sportiva (confrontala con morini ad esempio).
    La bellagio è costum, ma non del tutto.

    La Griso invece è stata esagerata e secondo me questo ha premiato!

    Rispondi
  18. romano.bertani@unito.it

    Chi avesse in mente di comprare una honda douville, non lo faccia, 80 su 100 in autostrada hanno delle vibrazioni che ti fanno diventare una maionese

    Rispondi
  19. Merlinox

    @romano: guarda penso sia una delle poche moto che non comprerei mai. Sicuramente i pregi honda su motore e cambio ci saranno ma la moto deve pure avere un’anima, secondo me.

    Rispondi
  20. netalex

    @ Hardy: le borse ci sono come accessorio guzzi, splendide da 20lt ciascuna.
    e comunque, sta moto non è un custom. pochi ca**i.

    Rispondi
  21. Merlinox Autore articolo

    Ciao @netalex sei andato a ripescare un post di due anni fa… benvenuto 🙂
    Di Bellagio mi sa che ne hanno vendute pochette purtroppo, qualcuno ha qualche info ufficiale?

    Rispondi
  22. netalex

    @Merlinox
    @Merlinox, una l’hanno venduta: l’ho poi presa, anche se usata 😉
    decisamente del custom non ha nulla… a conti fatti è la versione sportiva della breva 850. la carrozzeria è solo fumo negli occhi.
    in questi giorni, finalmente, in guzzi hanno smesos di venderla per “anti hd paciosa”… e difatti i “test” sulle riviste hanno cambiato completamente registro 😉

    Rispondi
  23. netalex

    @Merlinox
    se mi diverto? ascolta è un “trattore da corsa”… se non scaldi le gomme per bene, ti da abbastanza confidenza da trovarti a far scivolere la gomma perché pieghi troppo in città… gira colla punta degli alluci, pesi equilibratissimi…
    l’unica cosa ha un certo on-off e il limitatore entra subito…una moto di grande equilibrio, ma andarci a passeggio è dura… non che faccia faticalei, fai fatica tu a non sentire la coppia 😉

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *