Mobile: diffusione e libertà

Uno dei significati della parola Libero è "non costretto da regole rigide". Non vi sembra che per un sito web, la fruizione solo su un browser standard sia una limitazione della propria espressione? Sinceramente ho sempre sottovalutato questo aspetto ma pensare che là fuori i dispositivi mobile sono circa 1,5 milioni, qualche dubbio mi viene.

Ed è proprio il portale Libero, uno dei più visitati siti italiani, al soldo di WIND, che decide di muovere un concreto passo verso la trasformazione dei siti, in siti mobile. Lo fa con un software proprietario. Non bastando ha pure deciso di indire un concorso per il migliore sito mobile: what else? Ci sono 10 mila euro di montepremi in palio e a capeggiare la giuria c'è un personaggio noto a tutti noi: sir Robin Good, al secolo Luigi Canali de Rossi.

Partecipare è piuttosto semplice: la nuova applicazione di Libero ti consente di creare una versione Mobile del tuo blog che sarà compatibile con tutti i cellulari di nuova generazione: libero tutti. Dopo aver creato il tuo sito mobile non ti resta che partecipare al Libero Mobile Awards, il primo contest italiano dedicato al mobile publishing. 

Buona fortuna ragazzi: non pensateci un instantempo per partecipare 🙂

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *