Mister Olimpia: evento sportivo?

Qualche sera fa in televisione hanno passato la finale di Mister Olympia 2010, ovvero il massimo evento legato al body building.

Più li guardavo e più dentro di me scorreva quella vena “bloggolemica” irrefrenabile. Fino ad oggi: che ho avuto un attimo per scrivere.

Come si può promuovere un simile evento, chiamandolo addirittura sport? Non metto in dubbio lo sforzo e l’impegno di quegli atleti. Anzi: molti di loro rischiano la vita ad ogni gara per i livelli di disitratazione in cui arrivano.

Senza contare poi i carichi che usano per portare i loro muscoli a livelli di ipertrofia degni di cotanto titolo.

Ma tutti i perbenisti americani e i salutisti globali non hanno proprio nulla da dire? O siete tutti ancora convinti che cotanta macistità sia esclusivo frutto di sudore e petto di pollo?

Raggiungere certi livelli fisici è impossibile in modo naturale: mi prendo ogni responsabilità di quello che dico. E aggiungo che è impossibile anche apportando additivi naturali alla propria dieta.

Quindi? Quindi tacitamente accettiamo che tale forma di espressione sportiva sia coadiuvata da doping, senza se e senza ma? Ma avete visto le gambe di quella gente lì? 

Come al solito libero dibattito per tutti, ma con una mano sul cuore e tanta sincerità, come la #lovvotica di Rudy Bandiera insegna!

Jay cutler mr olympia 2010 motivation (via rokaone18)

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *