Ma che Kindle fanno?

Uno dei migliori consigli quando si parla di usabilità, specie in campo ecommerce, è quello di guardare ai migliori siti online, per imparare e acquisire esperienza. Teoricamente ci si aspetta da storici colossi dell’ecommerce il massimo per quanto riguarda il flusso d’acquisto.

Stamattina, assieme all’amico G3cko, mi sono imbattuto nel mondo Kindle: mondo… parola grossa, inferno! Sua maestà Amazon, che da un anno oramai ha aperto in Italia, vende il Kindle nel sito italiano solo se ci mettiamo a cercare “kindle”.

Comprare un Kindle in Italia: odissea!

Arriviamo in una pessima pagina di SERP con tre link per accedere all’acquisto del Kindle, ma nel .com. Inizia il dramma. Il primo link “Kindle con Wi-Fi (schermo 6 pollici)” porta ad una pagina con prodotto indisponibile. Il secondo link “Kindle con 3G gratuito + Wi-Fi (schermo 6 pollici)” sembra portare ad una pagina esistente, ma bisogna ancora scegliere il paese d’utilizzo. Nel frattempo il prezzo non è già più quello del Kindle base da 79$ (che magari qualcuno aveva visto nel sito .com, arrivandoci direttamente) ma è già 189$ perchè questo ha la tastiera.

Scegliamo Italia e sprahm, un mostruoso popover ricco di informazioni. Le prime che fanno insfagiolare sulle qualità del prodotto. Sotto (sotto) altre informazioni tra cui una in particolare che è interessante: il prodotto è soggetto a IVA ma te lo diciamo dopo il checkout a quanto ammonta

Your international shipment is subject to VAT. This is the same VAT rate you pay when you buy products in your country. There are NO customs duties or any other fees. We will show you the estimated VAT upon checkout.

Ah! Possiamo considerare subito un bel +21%?! … aggiungiamo il prodotto al carrello e scappiamo verso il checkout, un po’ come Cappucchietterusse quando annusa l’odore del lupo. Arriviamo alla pagina prima del pagamento e si può leggere il prezzo “$189.00”.

Siamo pronti per cliccare su “paga” ma aspettate: qui ancora nessuno parla di IVA, di spese di spedizione e tempi di trasporto. Una piccola ma rassicurante frase però mi rasserena “You can review this order before it’s final.”… speriamo!

Eccoci dunque al checkout finale (quanti passaggi sinora?), fra poco sarò un felice possessore del Kindle. Certo volevo quello economico ma insomma… sono stato tanto bravo quest’anno che posso permettermi un regalino. Diamo una occhiata al resoconto, che gentilmente traducono in Euro:

146,64 € di Kindle
16,28 € di gestione della spedizione e spedizione
32,59 € di “import fee deposit” (questi sono amici di 3monti… > 22%)

Totale di € 195,51… azz! Non ho altro da aggiungere, a parte che è vergognoso come è gestito questo flusso di eCommerce. Veramente vergognoso.

Il fatto è che sono entrato in questo circolo vizioso perché mi ero invaghito del Kindle Fire… ma dopo che ho scoperto che: non è dentro all’ecosistema Google, non supporta Exchange, non ha tasti volume, non ha il tasto home (Android senza home???), non ha la classica home screen, non ha le cartelle, il case è scivoloso , non accede all’app store di android, non ha bluetooth, … beh ho cambiato idea!

ps: anche comprando con spedizione in America, dopo il checkout mostrano le tasse. Per il kindle touch da 77,23€ ci sono 5,44€ di spedizione e 7,34€ di tasse!

Loading Facebook Comments ...

9 pensieri su “Ma che Kindle fanno?

  1. g3cko

    infatti è incredibile una situazione del genere, non ci spero nemmeno che Amazon la risolva, perché ad oggi già doveva esserlo

    Rispondi
  2. Ultimoprezzo

    Se ti interessa, hanno appena iniziato le vendite dirette sullo shop italiano, a 99 euro con spedizione gratuita per la versione WI-FI, ne abbiamo appena dato notizia, ciao! 😉

    Rispondi
  3. recenso - Recensioni à Go Go

    Comunque io ho un kindle fire acquistato su amazon americano e il tasto home c’è eccome, non è esterno però.
    Compare ovunque ti trovi appena si tocca con un dito lo schermo, quando appare è ben visibile in fondo allo schermo.
    Case scivoloso, no, anzi lo tengo bene in mano.
    Tasto volume c’è, ma come per “home” non è sul case, bisogna sempre toccare lo schermo per farlo apparire in alto a destra.
    Per il resto è tutto vero.

    Auguri Merlinox 🙂

    Rispondi
    1. Merlinox Autore articolo

      Grazie Recenso. A me è arrivato il Kindle Touch giusto qualche giorno fa grazie ad un amico che lavora in USA e tornato per le feste. Devo ancora capire bene come usarlo. Per ora ho capito 2 cose:
      – se converto dei PDF col cavolo che zoomo decentemente: e questo è molto male
      – il kindle touch, per ora, non può accedere allo store italia

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *