Link no link

Google indicizza delle nuove pagine, se il loro URL è inserito in qualche pagina web, senza link ma informato URL corretto? Proviamo un po’ a vedere insieme… (al momento in cui scrivo questo blog è TPR4).

24/05/2011 1600: lanciato piccolo test per verificare se Google considera indirizzi web, scritti in formato URL corretto ma senza link, per l’indicizzazione di una pagina online. In un post di questo blog è stato inserito in calce un indirizzo in testo normale (senza link!)www.ricette20.it/cercaricette/testSEOtextUrlNoLink.cfm

Dopo qualche ora, la pagina di questo con il testo inserito (formato url) no link è stata reindicizzata. L’accesso degli spider di Google è stato verificato: pochi minuti dopo l’inserimento del testo aggiuntivo nel post eccolo in SERP.

Dall’analisi dei log di Ricette 2.0, la pagina destinataria non appare in alcun modo spiderata né indicizzata, nonostante il sito che la ospita sia ottimalmente indicizzato. Un ulteriore conferma che un testo formato URL in alcun modo porta Google ad indicizzare una nuova risorsa, nemmeno se appartenente ad un sito conosciuto e indicizzato (TPR3).

27/05/2011 1048: trasformato il testo in testo in link rel=”nofollow” e inserito un testo univoco di check reindicizzazione del post “ubaldo laprimmasorrata”. Dopo qualche ora la pagina è stata riscansionata: lo si verifica ricercando la parola àncora inserita.

Come da previsioni la pagina “testSEOtextUrlNoLink.cfm” non è stata indicizzata: Google ha rispettato il nofollow. Piccola curiosità molto #googlefail: lo snippet nella SERP presenta chiaramente il riferimento della parola chiave “ancora” usata per la verifica dell’indicizzazione. Peccato che la versione in cache della pagina fosse quella del 20 maggio, assolutamente priva di quella parola. Ma allora la versione cache non rispecchia l’ultimo passaggio dello spider?

29/05/2011 2336: inserita una nuova ancora “palatassio generazionalista”, chiaramente a zero risultati al momento del test. Trasformato il link verso la pagina testSEOtextUrlNoLink.cfm in follow! Purtroppo dopo due giorni la risorsa non è stata indicizzata: evidentemente le modifiche “inferiori” ad un vecchio post a Google iniziavano a dare fastidio.

31/05/2011 1700: fatto un nuovo post sul blog e in calce aggiunto link alla pagina di test e parola magica “palatassi generazionalista”. Ore 2129, lo spider benedice la pagina, chiaramente sia la pagina “chiamante” del mio blog e la pagina “chiamata” risultano indicizzate.

31/05/2011 2326: cacciamo pulizia dei test… 😉

Morale: Google non indicizza nel modo più assoluto una pagina se non è linkata o se il link è nofollow. Resta aperta la questione se tali situazioni possano comunque rappresentare “segnali” per il rank di pagine già indicizzate.

 

Loading Facebook Comments ...

14 pensieri su “Link no link

  1. Rudy Bandiera

    Inniorante! Diciamo che se mi avessero chiesto il comportamento dell’indicizzazione in tali circostanze avrei detto quello che è accaduto, ma l’avrei detto per presupposto non per esperimento effettuato. Tu Merlinox hai il pregio di provarle le cose, oltre che farne congetture.
    Anche se sei e rimani innyorante.

    Rispondi
    1. Merlinox Autore articolo

      In realtà il dubbio è sorto proprio all’interno del forum di google e quindi ho ritenuto doveroso – prima di dare pubbliche risposte – effettuare dei test. Come ogni cosa relativa a Google non sono test scientifici in quanto una delle regole della “definizione” non è assicurabile, ovvero la sicurezza della riconfermabilità dell’esito. Se G. cambia le regole… adios!!! W l’empiricità e W anche la lovvotica!

      Rispondi
    1. Merlinox Autore articolo

      Grazie. In molti lo fanno. In molti sono ancora convinti che mantenere i propri segreti sia un valore aggiunto. Un po’ come quei professori che non ti facevano tenere il libro. Non sono le nozioni che contano o le regolette: per quelle c’è google e wikipedia. Google è un gigante monopolista: sei se un TOP SEO perchè sai 3 regole che finora ti hanno dato il successo e google domani le cambia… ‘zzo fai? Sei nuovamente nel baratro? Bah forse il mio è un approccio un po’ troppo anglosassone ma sono ancora convinto che la condivisione possa essere un valore aggiunto e che il vero valore aggiunto sia seguire il cliente e accompagnarlo verso un cammino.

      Rispondi
  2. Pingback: Indicizzazione link no follow | ♣ SEO | Social Media Marketing | Wordpress | Web-Marketer.it ♣

  3. seowebmaster

    usare http:// anzichè www come testo (non stò parlando di iper-testo, cioe un testo con il tag href=) su alcune pagine a me è risultato come link, parlo di pagine in cui il server è configurato a cambiare il testo che inizia con http:// in iper-testo!

    E’ anche il caso di wordpress, di molti forum e chat, ect. anche se poi seguiti da nofollow, non è da escludere che Google segui il collegamento, anche se non gli assegna pagerank!

    non ho eseguito dei test in particolare, ma http:// conta più di www sicuramente.

    Rispondi
    1. Merlinox Autore articolo

      Dai test che ho eseguito io Google non segue proprio i nofollow, al più che non si sia inventato un modo di non farsi tracciare nei log.

      Rispondi
  4. seowebmaster

    Merlinox io anche ho eseguito vari test, tipo siti web appena messi online, sconosciuti a Google 24 ore prima, indicizzati solo grazie a un link = nofollow

    nofollow di fatti non è inteso come non seguire il colegamento, ma non passare PR o Link-jiuce

    riguardo ai file di log non sò che dire ma è possibile.

    un saluto

    Rispondi
    1. Merlinox Autore articolo

      Non so se non sono cambiate le regole, ma quando un link è nofollow lo spider non passa e non scopre siti nuovi. I test che avevo condotto tracciavano i log e nessuno spider è arrivato seguendo un link nofollow.

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *