Merlinox intervista Mr. Wikio.it (Alex)

Con l’uscita della nuovissima versione di Wikio, avevo il piacere di parlare direttamente con uno di Wikio e capire quali i progetti futuri e cosa c’è alla base di uno dei più complessi siti italiani. Quindi un benvenuto ad Alex e un grazie per l’immensa disponibilità dimostrata.

 

Ciao Alex, finalmente riusciamo a parlarci. Tutti conosciamo Wikio e tutti rimangono inizialmente un po’ spaesati di fronte al suo funzionamento. Come nasce Wikio? Vi sentite più Social Bookmark, Meme Tracker o Ezine molto 2.0?

Ciao Merlinox, Wikio nasce come progetto europeo nel 2006, ora abbiamo la versione itailana, spagnola, francese, tedesca e da pochissimo una versione Uk only:

www.Wikio.it / www.Wikio.es / www.Wikio.fr / www.Wikio.de / www.Wikio.com / www.Wikio.co.uk

Wikio è abbastanza complicato ma cercherò di semplificare:

  • un team di 10 documentalisti trova, o convalida blog e altre fonti d’informazione
  • i feed rss di questi connettori vengono interrogati ogni pochi minuti
  • i post in arrivo vengono passati dentro un motore semantico che ne capisce il senso preciso che il motore semantico di Wikio è assistito dal lavoro quotidiano dei documentalisti che stabiliscono delle regole per aiutare il motore semantico a capire meglio i post
  • ogni post riceve i tag in automatico in base al suo contenuto
  • ogni post viene inserito nella categoria appropriata rendendolo disponibile ad una ricerca per argomento

Qualche cifra: 160.000 feed rss indicizzati in 5 lingue, 22.000 in Italia. Ogni giorno "entrano" 60.000 post, 250.000 tag generati automaticamente ogni 24 ore. 2.000.000 di visitatori unici in Italia, 8 milioni globalmente con un aumento di un milione di visitatori al mese

Il team è composto da una quarantina di persone, tra cui Estelle, responsabile dei documentalisti italiani ex surfer di yahoo.
La nuova versione vuole rendere più semplice l’aproccio alle news ai "non geek" introducendo concetti semplici come "abbonarsi" etc.

Wikio in italia cerca di diffondere un uso dei blog come fonte d’informazioni mettendo nella nostra home page news (www.Wikio.it/ultime-notizie) i blog assieme ai media "classici" per comporre le news. Nella sezione dedicata ai blog www.Wikio.it/blogs ) ci sono le discussioni dei blog e queste sono suddivise in argomenti:

• Costume
• Economia
• High Tech
• Politica
• Sport
• TV
• Altro

di questa sezione e per il memetracker video si occupa per tutte le lingue Lorenzo Viscanti (www.noosfactory.com/blog/).

In questa ultima versione abbiamo aggiunto i video che sono analizzati ed indicizzati per contenuti, cosa che nessuno fà al mondo 😉 non "leggiamo" i tag o il nome dei video ma ne facciamo un analisi indiretta partendo dai blog che linkano.
Questo concetto di assegnare noi i tag ci permette in news e video di non essere spammati in buona o malafede come altri siti. In questa versione abbiamo anche una sezione shopping che porta il concetto di comparatore di prezzi ad un nuovo step. Infatti oltre ai prezzi forniamo, news, giudizi, forum, video e foto di tanti gadget per fornire un informazione più ampia possibile.

Successiavmente apriremo ai blog programmi d’affiliazione a Wikio shopping.

Ci sentiamo un portale d’informazione, la somiglianza con digg è solo nella possibilità di votare, ma questo è veramente molto riduttivo, avendo i feed già indicizzati siamo molto più rapidi di un digglike e analizzando semanticamente il contenuto riusciamo ad aggregare le news in gruppi d’informazione. Poi selezionando i blog a mano evitiamo di essere spammati da blog che puntno solo ad avere acccessi con titoli "intriganti".

Non mi piace tirarmela ma a mia conoscenza non esiste un servizio come Wikio. Noi ci occupiamo di news. la storia la lasciamo a wikipedia, la ricerca ai vari google/yahoo… per le news venite da noi!

Ti aggungo una serie di link verso screen cast esplicativi fatti da me:

 

Mamma mia Alex, quante cose. Bisogna dire che sulla professionalità del prodotto non ci sono dubbi, anche se penso che in Italia la difficoltà maggiore sia far capire cosa il progetto fa e cosa può fare. Le origini del progetto sono Italiane o Estere?

Si sono un grafomane e per fortuna non ti ho chiamato altrimenti ti tenevo un ora 😉 Cconsiglio di leggere le due review che ci ha fatto Mashable (12).

Il progetto è europeo, nato da Pierre Chappaz (netvibes, kelkoo) e Laurent Binard (Mediapps) con capitali in arrivo da tutto il mondo.
Alcune sue parti sono italiane come il memetracker dei blog e dei video curato da Lorenzo Viscanti. In un web che per definizione non ha confini, vogliamo aiutare il web italiano ad espandere ed ad entrare in contatto con i propri corrispondenti europei, per uscire dalla egemonia culturale del .com americano.

Altri riferimenti online coldfusion.sys-con.com / lightspeedvp.com

 

Merlinox intervista Wikio

 

Insomma una grossa famiglia e non un giochino per i bambini. Tu che ne vedi di ogni gestendo Wikio in Italia, cosa ne pensi della blogosfera oggi e della sua evoluzione negli ultimi anni?

Ogni giorno vedo arrivare decine di nuovi blog di qualità su Wikio, grazie ai nuovi strumenti di pubblicazione (i blog) aprire un proprio spazio su internet è oggi facilissimo. E ci sono molte persone che non hanno un blog e che pubblicano direttamente su Wikio i loro articoli via Wikio Publish!

 

Cosa ne pensi dell’ondata di nano-publishing che ha colpito in questi ultimi mesi l’Italia? Valore aggiunto o calo di qualità?

Ad oggi non mi ha sfiorato nessuna riflessione al riguardo, non bevo abbastanza caffé. Dovremmo parlare di caso per caso e credo che mi sono già allargato 🙂

 

Se dovessi dare un consiglio ai blogger che vogliono iniziare, in modo professionale, a scrivere sul web cosa consiglieresti?

Mi verrebbe da dirti di lasciare perdere perché in Italia è ancora un mercato poco maturo da questo punto di vista, ma se una persona ha la passione dello scrivere sicuramente a medio lungo termine i risultati possono arrivare concentrandosi sulla qualità.

Trovare una nicchia, rispondere ad una domanda, internazionalizzarsi scrivendo in altre lingue o gemellandosi con altri blog. Non esiste una ricetta miracolosa, forse la passione innanzitutto?

 

Che dire, soprattutto in Italia il problema secondo me è legato alla cultura e al fatto che ci sono zone urbane non ancora coperte non solo dall’ADSL ma dalla normale fonia stessa. Il regime di monopolio Telecom sta mandando in tilt tutto quanto. Siamo arretratissimi. Concludiamo quindi in bellezza. Progetti per il futuro di Wikio, ma soprattutto… cosa vuoi fare tu da grande?

A breve lanceremo la possibilità di potersi creare un gadget Vista, o widget Mac per il proprio blog con il proprio feed logo gratuitamente.
Anche Wikio Pages, il generatore di pagine tematiche sarà tra poco localizzato in italiano (ma è già disponibile a pages.Wikio.it).

Raddoppiare il traffico che Wikio redistribuisce in italia e continuare ad aggiungere blog all’indice. Portare i blog italiani indicizzati in Wikio sui principali media italiani.

Da grande? Continuerò ad aiutare siti europei ad entrare nel web italiano e startup italiane ad espandersi in Europa. In questo momento ho la twittermania, aggiungetemi: Wikioitalia.

 

Mi hai ispirato l’ultima domanda… Quando proporrete un bel bottone anche per blogspot, visto che gli algoritmi li avete già tutti pronti? Ma soprattutto la chiusura di blogbabel potrebbe incentivare il vostro portale, soprattutto per quanto riguarda gli incoming link tracker… sareste pronti ad assumere anche quel ruolo?

Abbiamo assunto da pochissimo una persona che si ccuperà esclusivamente di integrare altri servizi web a Wikio e viceversa, mandare gli articoli preferiti su twitter, segnalare a facebook il nostro feed preferito etc.

Questa persona dovrà rimettere mano ai bottoni di voto, che su Wikio, al contrario di tutti (mi sbaglio? boh) social news non ha bisogno di iscriversi per votare una volta. Ricordo che il numero di voti è importante in Wikio è uno dei fattori, assieme alla pertinenza, la freschezza e l’autorevolezza della fonte.

Non ho mai visto blogbabel come un concorrente diretto Wikio.it,
nei meme:
http://www.Wikio.it/blogs/search/bigbabol (cercare bigbabol e trovare blogbabel è merito del motore semantico assistito dai documentalisti)
nelle news:
http://www.Wikio.it/high_tech/internet/blogosfera/blogbabel

Se non ho capito male sono in 2 a svilupparlo, noi abbiamo 15 sviluppatori tra cui gente che viene da google e kelkoo- Gli " editor" erano blogger che sicuramente sono bravi ma non sono formati come dei documentalisti (Estelle era il team surfer di Yahoo) ma il bello del web è che c’è spazio per tutti e sicuramente una stanza di controllo del proprio blog è utile per quei 20.000 (credo) blog iscritti a BB.

Poi se mi contattano li potrei aiutare a lanciare il servizio in Francia e Germania :-p

Noi che già troviamo difficile avere un ritorno economico esclusivamente legato al mercato italiano preferiamo puntare ai milioni di lettori di news ma non è escluso che l’analisi dei dati interni di Wikio non sia offerta come servizio in futuro. Basta chiedercelo scivendo massicciamente a info(@) Wikio.it 😉

Loading Facebook Comments ...

2 pensieri su “Merlinox intervista Mr. Wikio.it (Alex)

  1. Pingback: Wikio regala un iPhone | MrX

  2. Pingback: Merlinox's Blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *