Internet Font, non solo Arial Verdana e Times

Uno dei dilemmi di chi produce siti internet, è quello di dover scegliere per i testi semplici (parliamo di HTML) un font da un numero ristretto di font compatibili: qualcuno li chiama font internet.
Inizialmente i font internet, che garantivano una buona compatibilità negli ambienti Windows e Mac, erano veramente molto pochi.

Con le ultime versioni dei sistemi operativi le possibilità di scelta sono un po’ aumentate.
Per ulteriori specifiche, per la corretta visualizzazione dei font e per alcune note di utilizzo, fate riferimento al sito ampsoft.net.

Internet Fonts: rendering dei font usabili nel web con miglior compatibilitàEcco l’elenco dei font internet con buona compatibilità (aggiunto il rendering corretto in formato jpg):

  • Arial
  • Arial black
  • Comic sans MS
  • Courier new
  • Georgia
  • Impact
  • Lucida console
  • Lucida sans unicode
  • Palatino linotype
  • Tahoma
  • Times new roman
  • Trebuchet ms
  • Verdana
  • Symbol
  • Webdings 1
  • MS Sans Serif
  • MS Serif

L’articolo segue in questo post con un esempio maggiormente esplicativo.

Loading Facebook Comments ...

22 pensieri su “Internet Font, non solo Arial Verdana e Times

  1. Merlinox

    Io avevo fatto un sito in georgia, ma sinceramente mi appariva un po’ pesante. E’ un font che occupa parecchio spazio, quid necessità di un’interlinea corposa a mio avviso.

    Ultimamente mi piace molto il tahoma, più dolce dell’aria e tiene il bold sopra l’8px, l’arial almeno dal 11px.

    Rispondi
  2. Merlinox

    Caro Ciccio, scusami ma non conosco proprio il font "rataplam".
    Mi puoi indicare un sito dove posso vederne un esempio?
    Che compatibilità ha?

    Rispondi
  3. Fred

    uso il verdana ed il tahoma ma anche l’arial. Secondo me sono i font più usati nei siti web, insieme anche al classico carattere, salvo il contrario.

    Rispondi
  4. Merlinox Autore articolo

    @Marbio che fai me spammi? Scherzi a parte purtroppo nel webdesign la scelta del font per il testo fatto a testo è veramente uno dei limiti più gravi all’espressività.

    Rispondi
  5. Merlinox Autore articolo

    @alberto: sono sincero, il post è molto vecchio (originale) e non ricordo come ho fatto. Però se tu hai mac o qualcuno che ha mac, se mi fate il piacere di testarli in base alla immagine appena aggiunta poi ci scrivo (SI NO…). Idem per linux.

    Rispondi
  6. Pingback: marbio blog » Blog Archive » Il meglio della settimana [9]

  7. Pingback: Creare un sito: design e font

  8. Blumenweb

    C’è il font “Helvetica Neue” che pare vada di moda adesso, usato da twitter in modo intelligente solo per i titoli, invece usato da altri anche per il testo, che lo rende praticamente illeggibile, indecifrabile e sgradevole… li ho detti tutti, forse manca odioso :o)

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *