Il Web? Un elenco telefonico in condominio

State già dandomi del matto? Quel titolo è solo un modo simpatico per proporvi la storia dell'indirizzo IP. Non preoccupatevi che non voglio spiegarvi i dettagli tecnici dell'Internet Protocol, ma semplicemente vorrei poter chiarire ai non addetti ai lavori come funziona il web.

Pensando come spiegarlo ho cercato di creare un parallelismo tra la tecnologia web – che ogni giorno inconsciamente milioni di persone usano – e strumenti della vita unopuntozzero, ormai vetusti ma ben interiorizzati da tutti: casalinga di Voghera compresa. Nella presentazione ho inserito elementi semplici: provate a scorrerla e poi sotto spiego un po' meglio i vari passaggi. Dimenticavo, l'ho intitolata "Il web, l'elenco telefonico e il condominio".

 

Il web è un caotico mondo formato da milioni di computer, chiamati server. Ogni server può contenere centinaia di siti. Ogni sito non è altro che una raccolta di documenti – formati da pagina html, immagini, filmati, … – condivisi pubblicamente. Immaginate il vostro computer personale: create un documento e dite che questo deve essere visibile a raggiungibile da tutti: questo è internet.

Poi possiamo passare le giornate a parlare di formati, linguaggi di programmazione, design, usabilità, sicurezza, privacy e performance. Ma stiamo sempre e solo parlando di un enorme insieme di file, condivisi col mondo. Chiaramente è necessario che il server sia raggiungibile tramite un qualsivoglia collegamento: ma questo lo davo quasi per scontato. Però oggi voglio essere preciso altrimenti Mister Jinx mi bacchetta (è il mio insegnante di sostegno!).

Ora: vi ricordate come era il mondo prima dell'arrivo dei cellulari, o addirittura quando avevamo il telefono con il selezionatore dei numeri a ruota? Ottimo: mi spiace per i nativi digitali, ma devono conoscere anche questi aspetti della vita che non fu la loro! Allora vi ricordate anche come facevate a telefonare a qualcuno? Non penso ricordaste tutti i numeri a memoria, ma avevate un bella agendina o l'elenco telefonico. Nel web è tutto uguale.

Il nome della persona che cercavate "Riccardo Mares" oggi lo potete confrontare con il nome di un dominio "www.merlinox.com". Il numero di telefono corrispondente al nome che vi forniva l'elenco "0425-?????" oggi si chiama IP "67.199.???.???". La sostanziale differenza è che:

  • oggi potete fregarvene di conoscere l'indirizzo IP, perchè i protocolli di rete vanno nell'elenco telefonico "DNS" a cercarlo per voi, in modo autonomo
  • per un indirizzo IP non sempre corrisponde un sito, ma più siti. Però per un dominio (www…) corrisponde sempre 1 e  1 solo sito.

Ed è proprio qui che arriva il condominio: quando digitate nella barra degli indirizzi del browser (e non su Google mannaggia a voi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!) un indirizzo di dominio, questo viene risolto e trasformato in un indirizzo IP. Adesso potete immaginare che tale indirizzo sia l'indirizzo del server. E quando ci si trova davanti ai "campanelli" del serverone, bisogna cercare quale campanello suonare: ogni campanello è un dominio. Ogni dominio è un sito.

Che dire: buona navigazione. Magari da oggi siete un po' più coscienti di quello che accade ogni volta che andate alla ricerca di un sito. Ultimamente sempre più sono le persone che scrivono indirizzi sulla barra di Google… che fare ormai funziona così: aggiungete un passaggio in più e consumate di più. E per quanto poco possiate consumare (microwatt?) moltiplicate il tutto per un paio di miliardi di persone > rifletteteci!!!

Dopo questo lungo post meglio che vada ad allenamento che devo decisamente dimagrire la pancia.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *