Google Plus diventa grande

Proprio in queste ore Google Plus fa un passo in avanti nel suo cammino e molte testate hanno intitolato “Google+ diventa grande”. Quali sono i principali aggiornamenti?

Google+ per tutti

In primis quello di aprire la piattaforma a tutti. Non sarà più necessario l’invito, o il trucchetto di mettere l’email di un nuovo utente nei destinatari (“+ Aggiungi altre persone”).  Ora è sufficiente accedere a https://plus.google.com/ ed effettuare una nuova registrazione. Per gli utenti gmail-dotati è sufficiente completare i campi.

Qui è necessaria una piccola specifica: come per Facebook (che in tanti sbagliano!) anche Google+ accetta SOLO profili personali, umani. La frase in cui lo specifica oggi è  questa:

Anche se il tuo profilo è pubblico, l’unica informazione che sarà visualizzata obbligatoriamente è il tuo nome completo.

E per “nome completo” specifica si tratta esplicitamente di un riferimento nome e cogmome, corrispondente a quello della vita reale. E’ inutile sottolineare come – per ora – non siano previste le pagine business nè i profili business. Che sia solo questione di tempo?

Piccola nota… sul sito ci sono ancora i 150 inviti, che però non calano più 🙂

Cerca su Google+

Questa funzionalità mancava più dell’aria su Marte: finalmente è arrivata. Dopo aver concluso i rapporti con Twitter e aver killato anche Google RealTime, finalmente è possibile cercare nella sfera sociale (sua!!!). 

Per tutti quelli che vogliono essere trovati ma non vogliono abbandonare Twitter, purtroppo ancora Google non ha reso disponibili API di pubblicazione, ma solo di lettura. Tempo al tempo? Bah… non credo, forse dipenderà dagli “accessi”. Nel frattempo o riscrivete oppure cercate qualche estensione carina per Chrome e Firefox.

FaceTim… Hangout

Scusate l’errore lapalissiano… ma il bombardamento ad opera di Apple per il suo FaceTime mi ha un po’ confuso. Google+ rinnova la gamma degli strumenti mobile, dotando la messaggistica del live: video conferenza.

Purtroppo per tutti i detentori di Android inferiore alla 2.3 non c’è via di fuga: per ora non se ne parla proprio. Per gli altri: buone chiacchiere!

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *