Garmin vívofit® 3: Less is More Emblema

Da qualche mese porto al posto un Garmin vívofit® 3, ma lo porto sempre: costantemente (al più di quando corro). Non è una cosa normale per me, che sopporto a mala pena quei braccialetti di filo e non riesco a portare nemmeno i più classici braccialetti in silicone.

Perché parlare del prodotto entry-level della famiglia Garmin? Perché secondo me è un prodotto TOP, è un vero must. Ciclicamente la storia dei prodotti tecnologici parte da un prodotto di grandi dimensioni e poi inizia il processo di miniaturizzazione.

In parallelo inizia un processo di evoluzione autodistruttiva: ovvero si parte dal focus iniziale del prodotto e si inizia ad arricchirlo di funzionalità accessorie fino a snaturare il prodotto stesso. A volte questo processo porta alla creazione di un nuovo prodotto, a volte porta alla sua decadenza, solitamente con un forte aumento delle dimensioni, quindi dell’ingombro.

Pensiamo ai cellulari: dalla gara di chi lo faceva più piccoli, partendo dai mastodontici modelli anni 90, per arrivare agli attuali phablet (evoluzione degli smartphone) che non stanno nelle tasche dei jeans, tanto meno della camicia.

vívofit® 3 è piccolo, è leggero e fa pochissime cose. Non richiede alcun impegno da parte nostra: non è ricaricabile e la sua pila dura un anno circa (metà di uno Swatch, circa 150-200 volte un normale smartwatch).

Cosa NON ha il vívofit® 3:

  • non ha le notifiche collegate alle app dello smartphone
  • non ha il gps
  • non ha i comandi vocali
  • non ha il cardio
  • non ha il barometro
  • non è ricaricabile

Cosa HA il vívofit® 3:

  • misura l’ora (è un orologio)
  • ha la sveglia
  • traccia le attività (è un contapassi)
  • è subacqueo (ci si può andare al mare e in piscina)
  • pesa pochissimo
  • non dà fastidio, nemmeno da bagnato
  • non si slaccia grazie a un gancio di sicurezza
  • si sincronizza da solo con Garmin Connect senza rompere le palle a nessuno
  • traccia il sonno
  • cinturini intercambiabili

Less is More: per me è un vero mantra e continuo a pensare che l’essenzialità sia un valore aggiunto. Per me – ribadisco per me – questo prodotto è spettacolare: fa da orologio con un pizzico di qualcosa in più per renderlo moderno.

Il vivofit è presente anche in versione “jr”: ad esso è associato un software dedicato con tanto di giochino per i bimbi. Accumulando passi si procede nel videogioco dentro allo smartphone di babbo e i genitori possono assegnare task ai bambini e poi premiarli con delle monete virtuali. 😉

ps: i cinturini costano un sacco, ma vi garantisco che ho provato alcuni after-market e tendono a creare fastidi alla pelle!

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *