Facebook proxy: navigare anonimo in ufficio

Gli utenti Facebook abituati a essere connessi 10 ore al giorno dal proprio ufficio sono in grossa crisi. Gli ordini di chiudere l'accesso al Social Network sono partiti. Tutti o quasi i responsabili CED d'Italia si prodigano per bloccare facebook.com e affini, agendo su regole di firewall e proxy.

Sul sito di Franco ho trovato un utile suggerimento:

Questo post non vuole in alcun modo spingere gli utenti a trasgredire le proprie regole aziendali e a cazzeggiare sul luogo di lavoro. Ogni vostra azione è responsabilità vostra. I siti qui segnalati non sono nostri o sotto la nostra responsabilità.

 

Come fare per navigare in modo anonimo?

Ci sono due modi: o si riesci a collegarsi a un proxy server esterno o si usano dei proxy site.
La prima è una soluzioni difficile, in quanto i singoli accessi aziendali al 90% sono già connessi a un proxy aziendale per connettersi all'esterno: non c'è verso di dichiararne un altro.

Quindi ci servono dei proxy site: dei siti che "navigano per noi" garantendoci l'anonimato e saltando ogni proxy? Il rischio? Beh fondamentalmente due:

  • che il proxy anonymous site non sia in buona fede e stia catturando ogni vostro dato, mostrando siti clonati
  • che l'amministratore di rete, da buon padre di famiglia, controlli i log e vi blocchi anche questo sito

Quindi procuratevi un bel po' di siti proxy per non rimanere mai in panne, ma sempre anonimi! Attenzione: per Facebook i siti devono essere in grado di gestire per voi anche i cookie.

Pero ora noi abbiamo provato con successo:

Alcune volte i collegamenti non vanno. Però se fate "apri in un'altra scheda / finestra" funzionano 🙂

Gli amici di Blogger Italiani invece hanno travato questi: facebook proxy »

Voi avete qualche altro proxy da proporre? Li inseriremo nella lista con un link al vostro blog.

 

*** Aggiornamento 23 settembre 2009 ***

Ragazzi mi sento con il cuore di consigliarvi l'utilizzo di UltraSurf. Non vi dico di più altrimenti gli amici computer e acquisti mi uccidono. Quindi cliccate su UltraSurf, leggete e buona navigazione nascosta 🙂

Loading Facebook Comments ...

42 pensieri su “Facebook proxy: navigare anonimo in ufficio

  1. Pingback: Facebook proxy: navigare anonimo in ufficio | FDS

  2. Merlinox Autore articolo

    Grazie Mario, non mancherò di darci una occhiata anche se non amo molto le applicazioni desktop per questo tipo di cose. Più che altro mi sa che maskera solo le info del protocollo: per fare tunneling e bypassare i controlli di firewall e proxy dovrebbe avere dei suoi server esterni a cui appoggiarsi.

    Rispondi
  3. Pingback: Gioxx’s Wall » Blog Archive » Best of Week #30

  4. Pingback: Il meglio della settimana 13 | TheNorbaBlog

  5. spippolazione

    Da padre di famiglia che gestisce reti e proxy aziendali, e che legge i log dei suddetti, ringrazio te e tutti coloro che pubblicano queste ottime guide che mi ingrassano le black list dei proxy aziendali con zero fatica.

    Il tempo risparmiato lo uso per stare qualche minuto in piu’ su facebook…

    O:-)

    Rispondi
  6. MSNZZZ

    salve a tutti!!….esiste qualcosa di simile per messenger?…in ufficio hanno bloccato anche quello…grazie a tutti…

    Rispondi
  7. Merlinox Autore articolo

    @MSNZZZ: la cosa certa che posso dirti è che se trovi un proxy che funziona puoi configurare quello dentro Messenger, Miranda o Trillian che sia.

    Altre soluzioni al momento non le so, potresti provare la versione online di Messenger (webmessenger.msn.com), e quindi lì mal che vada puoi usare i proxy site, gli stessi che usi per facebook.

    Rispondi
  8. bonny

    Scusate ma salvo errori o problemi vari, nessuno dei 4 sopra indicati funziona.
    Se con qualcuno si riesce ad entrare, tutte le funzioni non vanno, tra tutte l’utilissa funzione di posta.
    C’è qualche sito che attualmente davvero funziona? Sto scandagliando la rete, ne ho provati almeno una ventina ma senza successo.
    Grazie mille

    Rispondi
  9. Merlinox Autore articolo

    Ho aggiornato il post e ne ho inserito un altro che spesso utilizzo. Il problema è che funzionano tutti ma spesso sono stracarichi e quindi danno errori.

    Spesso gli amministratori li bloccano direttamente.

    Rispondi
  10. Pingback: Facebook: moda, marketing o necessità?

  11. Pingback: Keyboard PC

  12. Merlinox Autore articolo

    *pensierino a voce bassa*
    Se vi dovesse capitare, in reti protette, che a volte facebook vi va e a volte no, significa che il vostro amministratore di rete ha messo dei filtri sull’ip! Siccome Facebook usa spesso differenti IP per bilanciare il carico, trovando l’ip “avviabile” vi basta inserirlo nel file hosts in questo modo:
    **.**.**.** http://www.facebook.com

    Il file è nella cartella (WIN XP):
    C:\WINDOWS\system32\drivers\etc

    Rispondi
  13. Pingback: Facebook: moda, marketing o necessità? « LEGGENDO QUA E LA'

  14. yuri

    Grazie per i “ragazzi” Riccardo, però, per essere pignolo preciso che non mi piacciono i blog che parlano al plurale per dare importanza al blog e poi magari è solo uno che scrive 😉

    Ciao a tutti gl’autori del blog di Merlinox! LOLLO

    Rispondi
  15. yuri

    Yuri va sempre bene, yurx lo uso nei social se non c’è il mio nome, comunque non fa niente 😉

    Ciao!

    Rispondi
  16. Pingback: Facebook: moda, marketing o necessità? | BlogMagazine (beta)

  17. moni

    Ho provato i siti, l’unico che riesco a far funzionare è “stupid”, ma riesco solo a “vedere” la pagina di fb ma non funziona la chat nè la posta. Chi mi aiuta? Grazie

    Rispondi
  18. Pingback: Facebook = Geni + Linkedin + Twitter + …

  19. Pingback: Facebook Proxy II

  20. bobby

    ciao Sandro, interessante come news, mi stavi aprendo un universo nuovo per me,,,, peccato che ho provato ad installare phpproxy sulmio sito web su altervista, ma non va nulla.
    ho messo tutto in una cartella “phpproxy” ma quando cerco di dare l’indirizzo…beh la pagina resta bianca.
    non ho capito nulla delle spegazioni date in rete, ne tantomeno si capisce qualcosa dai file TXT contenuti nel pacchetto.
    sai aiutarci? grazie mille.
    ciao.

    Rispondi
  21. Sandro

    @bobby
    Bobby ti ho appena risposto sul mio blog. Non avendo mai usato Altervista, ma leggendo in giro sembra che non permettono questo tipo installazioni. Non permettono di eseguire alcuni script presenti nelle pagine di phpproxy.
    Se poi qualcuno, che ha altervista, ha avuto esperienze diverse magari ha qualche trucco in più da condividere.

    Rispondi
  22. bobby

    ciao sandro, scusa ma dove mi hai risposto?
    adesso sto scrivendo sulforum di altervista vediamo che dicono, è che non ho trovatoneppure discussioin che rimandassero ad altervista, cosa strana….
    sai se per caso esistono host free che consentono questa cosa?
    grazie mille ancora.
    ciao

    Rispondi
  23. Viola

    Ciao a tutti…io non ho alcun blocco nella navigazione ma temo che ci siano dei controlli sulla navigazione… esiste un modo per “nascondere” il traffico internet in modo che non possano essere visti i siti che visito? Grazie!!!!

    Rispondi
    1. Merlinox Autore articolo

      Ciao Viola, molti nuovi browser (tipo #chrome) hanno la funzionalità incognito. In realtà tale funzionalità applica un “ingognito” di tipo client, ovvero non lascia tracce di navigazione nel PC sul quale navighi (history, cookie, …). Quello però che è lato server (ovvero la chiamata del sito) quello appare, soprattutto se accedi ad internet attraverso un proxy / firewall aziendale che può registrare tutto. L’unico sistema è quindi usare un server proxy mediano che riceve le tue richieste prima di richiederle al tuo proxy di connessione: mi sono spiegato?
      E quindi torniamo alla medesima spiegazione di questo post, ovvero gli strumenti per saltare i controlli restrittivi.

      Rispondi
  24. Viola

    Scusa ancora..con ultrasurf potrei risolvere? E cosa mi dici della modalità Turbo di Opera, è vero che rende la navigazione anonima, o si intende sempre che non lascia tracce sul pc? a me interessa che non rimangano i siti che visito a livello di server. Non mi connetto tramite proxy aziendale, la connessione è diretta.

    Rispondi
  25. joe

    stesso situazione di viola…qual’è l’altro post?
    stò utilizzando ultrasurf e navigazione anonima di chrome…lascio tracce nella rete aziendale o nel router?

    Rispondi
  26. BOBBY

    @joe
    impossibile darti risposte certe, la cosa è a tuo rischio e pericolo, considera che ogni rete aziendale ha le sue regole, i suoi controlli, i suoi software.
    se riesci ad usare in rete aziendale programmi come ultrasurf o chrome anonimo, beh vuol dire che hanno una protezione molto blanda…. quasi nulla.
    nella mia rete aziendale non possiamo usare nulla, per esperienza ti dico però che possono “sniffare” tutto ciò che fai, sta all’amministratore di rete adottare misure particolari…
    mesi fa quando hanno blindato parecchi siti, ho usato un servizio web che mi consentiva dal pc dell’azienda di collegarmi al pc di casa, e navigare attraverso quest’ultimo… dopo qualche giorno sono stato chiamato dal capo… ed avevo usato un semplice servizio che utilizzava la porta della navigazione…
    quindi vedi tu. i rischi ci sono sempre.
    come ti hanno risposto, nel frattempo, se con quei sistemi “loro” vendono solo l’ip del proxy… potrebbe cmq bastare per chiederti “perchè ti colleghi a quel proxy?!”, oppure non dicono nulla e quel proxy dopo qualche settimana te lo mettono in blacklist e non ti colleghi più 🙂

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *