Facebook = Geni + Linkedin + Twitter + …

Le nuove informazioni del profilo FacebookFacebook il fagocitatore, il BLOB della webosphere. Molti mesi sono passati dal mio post di analisi del fenomeno Facebook, partendo dalla storia fino ad arrivare (aprile 2009) allo stato del social network. A chi ipotizzava come me che il fenomeno, in modo particolare in Italia, fosse destinato ad essere un enorme fuoco di paglia, destinato ad un rallentamento dopo il boom iniziale, dico: KO, ci siamo sbagliati. Diamo una occhiata a questo grafico. Penso non servano ulteriori informazioni, al più di dire che oggi gli utenti Facebook – in Italia – sono più di 12,5 milioni (fonte FacebookItalia.com).

 

Facebook non ha inventato nulla

Il più grande social network del mondo in realtà è il più grande copione del mondo. Tutto ciò che oggi gli utenti – anche i più inesperti – fanno su Facebook era già possibile farlo da anni su altri strumenti online. Per le foto Flickr e Picasa ci sono sempre stati. Per la messaggistica (qualcuno la definisce addirittura micro blogging) c'era Twitter. Per le fan page con video e immagini c'era – la buonanima – di MySpace. Per la chat ICQ, Messenger e Mirc. E potremo continuare così…

Chissà se un giorno a questa lista potremo dire che una volta si effettuavano le ricerche con Google. Perchè è stato esplicitamente dichiarato da Zuckerberg l'attacco al principale motore di ricerca. Una volta c'era anche Altavista… ma è una notizia che ormai fa commuovere in pochi.

Il merito di Facebook? Beh ragionare da dummy!

 

Facebook ascolta gli utenti

Il vero merito di Facebook è stato quello di copiare strumenti già esistenti online, e conformarli a un pubblico non tecnico. Grazie a Facebook oggi, le persone hanno imparato a orientarsi con i web tool molto più di quanto qualsiasi geek blog sia riuscito a fare in decenni di articoli. Oggi su Facebook anche il meno dedito all'informatica è in grado come minimo di condividere un video o delle foto personali. Nonchè di chattare e commentare. Vi sembra poco? Io tre anni fa non avrei mai sperato in tutto ciò.

 

La nuova frontiera di Facebook

Ieri sera, per sbaglio, ho visto un interessante dato in un profilo di un amico "Fratello di XXX YYY". "Ma come?" – mi sono chiesto – "Hanno modificato i campi del profilo?". Allora ho dato una sbirciatina e, senza saper nè leggere nè scrivere, mi sono fatto l'idea dei nuovi attacchi di Facebook, contro i diretti competitor.

Il primo potrebbe essere LinkedIn, il principale network professionale nel mondo. Milioni di profili e relazioni professionali (in teoria) tra Curricula Vitae. Schede orientate alla formazione e alle esperienze lavorative. Su Facebook, non so esattamente da quanto, è oggi possibile compilare il proprio curriculum, inserendo i titoli scolastici e le esperienze lavorative. 

Segue Geni, una delle migliori Web App per la creazione del proprio albero genealogico. Graficamente strutturato permette di inserire relazioni di parentela con precisione. Facebook ha fatto di meglio: basta indicare i rapporti primari personali (matrimonio, genitori, fratelli) e saranno gli altri a rendere l'opera completa: chiaramente se sono registrati su Facebook.

Ma anche Meetic secondo me potrebbe temere l'arrivo di Facebook: il più grande archivio mondiale di persone (dating), schedulate per sesso, età e gusti sessuali. Senza contare analizzati giorno dopo giorno, status dopo status. Credete che qualcuno pagherebbe per una bella ricerca partner? Secondo me si!

Vi ricordate MyBlogLog? Una delle prime piattaforme / strumenti sociali per blogger. Tra le varie informazioni che metteva a disposizione, previo installazione di uno script, permetteva anche di inserire una fan box con tutti i blogger che erano passati a leggere il sito. 

Vi ho incuriosito? Dai fate un giretto su Facebook a vedere se il vostro profilo è aggiornato, ma ricordatevi che ogni informazione che inserite – bene o male – la rendete pubblica. E se avete FB in ufficio chiuso? Beh usate un facebook proxy come UltraSurf.

Loading Facebook Comments ...

6 pensieri su “Facebook = Geni + Linkedin + Twitter + …

  1. spippolazione

    Io su fb ci sono, adirrittura con un doppio profilo, uno come me stesso, uno come bloggher, con amici diversi: il me amici veri , parenti, compagni di scuola e roba canonica, l’altro piu’ professionale, ma ti devo dire che mi sa’ sempre di piu’ di Grande Fratello.

    E’ lo scotto che si deve pagare per essere visibile in rete, sempre che uno lo voglia: non puoi essere visibile ed avere i tuoi dati protetti, piu’ ti sbraghi piu’ sei visibile.

    E’ un cane che si morde la coda, speriamo solo che il morso non si infetti…

    Rispondi
  2. Merlinox Autore articolo

    @spippolazione usare bene Facebook non è facile. Tu sei già un utente evoluto che distingue le modalità d’uso, dal blogger alla persona. Per avere risultati però bisogna “concimare”… non c’è nulla da fare. Ma questo anche su Twitter e Meemi.
    Il problema su Facebook è l’invasione delle application, che spegne la comunicazione e lo trasforma in un mega notificatore.

    Rispondi
  3. spippolazione

    In casa mia FB più che altro e’ una sala giochi 🙂 sono tutti coltivatori pescatori ed allevatori (parlo di moglie e figlia).

    Fai conto di vedere un muccho di tamagochi on line in flash, e’ questa l’impressione che ho, e le (fastidiose) notifiche dei giochi che mi arrivano dei miei amici mi fa’ credere che questi giochini siamo usati in maniera veramente massiccia anche da gente adulta, ho una cara amica avvocato che senza farmville tra una memoria ed una notula dice che non può rilassarsi…

    Rispondi
  4. Pingback: Facebook Login » Facebook = Geni + Linkedin + Twitter + …

  5. Pingback: Vita di un IO » Blog Archive » Best of my feed #42

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *