Dropbox SSD e Performance

Dropbox SSD e PrestazioniDropbox è uno dei primi e migliori sistema di cloud storage del web (sito ufficiale). Avevo già scritto un pezzo sulle prestazioni e aggiornamenti del programma. Oggi voglio proporti qualcosa di un po’ più tecnico, soprattutto dedicato a chi ha il disco primario del PC SSD.

La domanda che viene è: perché devo avere problemi se ho un fichissimo SSD? Perché se c’è una cosa che NON sopportano bene gli SSD (specie quelli di fascia più bassa) sono le indicizzazioni dei file, tant’è che nelle guide di tweaking (ottimizzazione) dei dischi SSD la prima cosa che consigliano è togliere quel settaggio dal sistema operativo.

Drobbox invece, ogni volta che si sincronizza, inizia a reindicizzare tutti i file. Nel mio caso era un vero e proprio dramma, perché appesantiva fortemente il sistema. Come risolverlo? Ecco alcune regolette.

Tenere Dropbox Aggiornato

Dropbox si aggiorna da solo però possiamo forzare la mani in due modi:

Spostare l’installazione di Dropbox (leggi tutto!)

Quello che in molti sanno è che con Dropbox è possibile decidere qualche cartella tenere come archivio (basta andare in Dropbox > Preferenze > Account). Quello che in pochi sanno è che è possibile spostare anche la cartella in cui dropbox è installato e ha tutti i suoi file primari.

Di default la cartella di installazione è:
C:\Users\<user>\AppData\Roaming\Dropbox (in Windows 7) ovvero
%appdata%\Dropbox. Ecco possiamo spostare quella cartella, dovremmo rifare il setup della cartella archivio, ma poi tutto funziona. ATTENZIONE: una cartella fuori dal vostro profilo personale, se non correttamente settata, non è più protetta dall’accesso di terzi.

Cosa positiva: va.
Cosa negativa: Dropbox continuerà a mantenere i propri indici su
C:\Users\<user>\AppData\Roaming\Dropbox

A questo punto non mi sento così tanto di consigliartela, però sappi che c’è!

Partenza ritardata e a bassa priorità

Non essendo completamente risolutiva la soluzione di cui sopra, dobbiamo lavorare un po’ di ingegno. Quella che per me è stata la soluzione migliore è stato creare un .bat che lanciasse Dropbox a bassa priorità e in ritardo rispetto allo startup.

Il .bat che ho creato è questo (aggiornamento 18/06/2014: Windows Search tende a ripristinarsi dopo aggiornamenti, meglio prevenire con queste poche linee nel .bat):

rem Dropbox Delayed Startup…

echo Attempting to disable Windows Search and Offline Files services…
sc config cscservice start= disabled
sc config wsearch start= disabled
net stop wsearch
net stop cscservice

rem sleeping for *** milliseconds
ping -n 1 -w 240000 -4 10.0.0.0 >NUL

rem starting delayed start programs
start /B /low D:\Programs\Dropbox\bin\Dropbox.exe

exit

L’istruzione di ping blocca il lancio per 300000 ms (5 minuti). La start con /low dice di eseguirlo con bassa priorità. Per lanciare il programma in Esecuzione Automatica (su Windows 7) basta copiarne un collegamento qui:
C:\Users\<user>\AppData\Roaming\Microsoft\Windows\Start Menu\Programs\Startup ovvero
%appdata%\Microsoft\Windows\Start Menu\Programs\Startup

SSD allineato

Le performance di un HD SSD dipendono dal suo stato di allineamento: non mi dilungo su cosa tecnicamente significhi, perché non sono nemmeno in grado di spiegarlo. Dico solo che se è male allineato i suoi tempi di accesso si allungano ma soprattutto si allunga la “coda di attesa” mandando in crisi tutto il sistema.

AOMEI Partition Assistant è un programma gratuito per la gestione delle partizioni. Tra le sue funzionalità avanzate ha anche la possibilità di ottimizzare l’allineamento dell’hard disk SSD. Nel mio caso diceva che era ok, invece non lo era. Come risolvere? Semplicemente basta modificare (anche di pochissimo) la dimensione del disco e spuntare l’opzione “ottimizza allineamento”: lanciare quindi il comando per fargli eseguire i cambiamenti. Il programma chiederà il riavvio, per eseguire queste delicate operazioni in un boot che consente il massimo isolamento, e il vostro HD SSD tornerà ad essere una scheggia.
Ovviamente: backup stra-raccomandato!!!

Loading Facebook Comments ...

Un pensiero su “Dropbox SSD e Performance

  1. Pingback: Windows Search: il rallentatutto! @merlinox

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *