Design: spazio ai contenuti

Davvero molto interessante l’articolo di designerblog.it "il web-page layout è accessorio".
Chi è qualche annetto che come naviga nel mondo di internet, magari con un certo spirito osservativo, avrà avuto la fortuna di essere partecipe di una serie impressionante di cambiamenti.

I primi siti testuali, che si leggevano con lynx, e le reti che andavano a 9600 baud… da paura.
Bisognava navigare senza immagini, alla disperata ricerca di contenuti e usando un altavista che poverino aveva tempi di risposta che non erano proprio quelli a cui siamo abituati adesso.

Le cose pian piano cambiavano: i primi menù grafici, i rollover, le prime animazioni fatte di gif animate richiamate a tempo da javascript (ricordo ancora il film della lego in gif animate e javascript… da paura), poi è arrivato flash, gli effetti di photoshop … e i contenuti avevo lasciato completamente spazio alla creatività.
Bande più larghe, server più potenti e la miccia era innescata.

Fino alla contro tendenza attuale. I grafici "sono stati calmati", Google è diventato il faro / padrone di internet, sono emerse con prepotenze le figure di SEO ed è nato quel movimento / stile denominato Web2.0.
I nuovi siti hanno un obiettivo, massimizzare il traffico e massimizzare quello che il nuovo guadagno in internet AdSense e advertising online, che aveva subito un calo impressionante prima della Google Revolution.
Quindi spazio ai contenuti, all’ottimizzazione, all’accostamento perfetto agli standard, massima leggerezza e (per conseguenze tecniche) massimizzazione dell’utilizzo dei CSS.
CSS che significano standard, leggerezza del codice, utilizzo di un sito (XHTML) su più media.

Nell’articolo citato due importanti link:
mazamedia.com: presenta i layout di alcuni famosi siti senza contenuti (quindi il lavoro del web designer)
goodworld.ws: uno strumento per visionare i siti senza contenuti, solo layout

Staremo a vedere cosa ci aspetta il futuro, intanto si sta già parlando di Web3.0

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *