Come si toglie lo sfondo di Google

Google oggi ha deciso di appesantire la proprio dietetica homepage permettendo agli utenti di impostare una immagine di sfondo. Come Google sempre fa, permette di caricare l'immagine dal proprio computer, da un album Picasa oppure ne suggerisce alcuni.

Per i puristi della Google Philosophy – come me – che amano la pagina più leggera possibile è una funzionalità totalmente inutile. Ma vi pare che un test non lo si sia fatto? Il problema dopo però è: come si toglie???

A quanto pare Google non voleva far trovare il pulsante di rimozione dell'immagine e – dal numero di domande in giro – pare proprio che la gente non l'avesse recepito. E io a cosa servo? Scendete con lo sguardo in basso a sinistra della homepage di Google e troverete il tasto "Rimuovi immagine di sfondo".

La sorpresa è che a questo punto vi trovate con l'immagine predefinita… e non abbiamo risolto niente. Come fa? Andate su "Aggiungi la tua immagine di sfondo", quindi "Consigliati da Google" e in fondo in fondo trovate gli sfondi con "colore solido" e scegliete il "white" per tornare a una situazione normale.

Se il tasto  "Aggiungi la tua immagine di sfondo" non va, è perchè prima dovete fare "Rimuovi immagini di sfondo". L'unico neo rimasto è che con il fondo bianco, il logo appare grigietto e le scritte illeggibili. Ah  Google… ma che ca**o fai???

[09.53] Il tasto in basso a  sinistra – con immagine impostata – diventa "Cambia immagine di sfondo", ma come dice Lorenzo ancora siamo costretti ad averne una 🙁

In alternativa ragazzi vi propongo di usare questo: http://cerca.merlinox.com 
(se avete una buona idea per il dominio lo compro!!!)

Resto ancora titubante su questa scelta, visto che iGoogle è disponibile da millemila anni. Bah!

Loading Facebook Comments ...

18 pensieri su “Come si toglie lo sfondo di Google

  1. Lorenzo

    Non è come dici tu: “Google oggi ha deciso di appesantire la proprio dietetica homepage permettendo agli utenti di impostare una immagine di sfondo.”

    Infatti non è che PERMETTE di impostare un’immagine di sfondo (per me inutile, ma se è un’opzione opt-in, è la benvenuta), ha deciso di IMPORRE un’immagine di sfondo, una cosa piuttosto grave. E non è la prima che Google ultimamente fa…

    Rispondi
  2. fortunecat

    alcuni su twitter hanno fatto notare che questa storia dello sfondo è un modo per costringere gli utenti a loggarsi.
    e se sei loggato google ha più informazioni su di te.
    diabolico, eh? 🙂

    Rispondi
  3. Merlinox Autore articolo

    anche da slogato di trovi la stessa cosa.. o meglio ti trovi quello di default. ma non è che il “white” sia tanto meglio…

    Rispondi
  4. MrCriss Lab

    Come diceva Michele quella che discutevamo su twitter è solo un’ipotesi. Magari voleva solo uniformarsi a bing, magari dare solo un po’ di colore alla home..ma perchè allora imporre un’immagine? Immagine random tra l’altro. Almeno da loggato ognuno si sceglie l’immagine che vuole.
    Io che sono sempre molto scettico sulle scelte “buoniste” di questi colossi vado sempre a ricercar eu ntornaconto ch epossono avere…e per google il massimo è avere utenti loggati connessi per avere info su info…
    ma come ripeto..è solo una mia ipotesi.

    Rispondi
  5. Merlinox Autore articolo

    @Biofacile a parte che era una cosa già detta e che comunque il bianco non risolve le cose, ti chiedo una cosa: ma sei ridotto a mettere la signature forza in ogni blog in cui commenti? Se si guarda che è ben triste, non ne esci con un figurone. Poi vedi te…

    Sappi che se metti commenti interessanti, chi ti legge entra nel tuo sito sicuramente molto più volentieri che leggere la tua firmina in calce ad un commento: ascolta un cretino!

    A quanto si legge in giro è stato un test da parte di Google e domani dovrebbe sistemarsi tutto. Cmq a quanto pare il problema è stato più che altro NERDesco… la gente comune pare lo abbia apprezzato molto e ho visto decine di desktop personalizzati con foto di propri paesaggi e bambini!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *