ChromeCast: Google TV

ChromeCast: Google TVCosì è sbarcata in Italia la ChromeCast (Google la chiama IL ma a  me non piace), ovvero la chiavetta che trasforma qualsiasi televisore dotato di presa HDMI in una Web TV (o Google TV?). Io ci facevo la bava da quando lo 5tron20 dell’amico Davide Nonino l’ha postata la prima volta sui social: gli era arrivata – intrallazzi – dall’America. In Italia era presente ma non venduta: mannaggia!

Giusto il tempo per cercare delle alternative che – qualche giorno fa – esce la news: è arrivata la ChromeCast anche in Italia. Tempo pochi minuti e sono volato su Amazon dove NON ci sono Spese di Spedizione (qualcosa dentro di me dava sentori di tempi più lunghi sul Google Shop) e l’ho presa: 3 giorni ed eccola qui.

Cosa è ChromeCast

Il Setup della ChromeCastChromeCast è una chiavetta HDMI da collegare al televisore e da collegare ad una presa di corrente, tramite un cavo USB e un caricatore, identico a quelli per gli smartphone Android.

Si connette al router WiFi di casa, che utilizza per quando devo fare live stream, e si connette ai device (telecomandi) sempre via WiFi per essere utilizzata.

Diciamolo subito che la confezione è veramente completa di tutto: chiavetta HDMI, cavetto prolunga piccolo HDMI (geniale averci pensato, a me è ovviamente servito subito!), caricatore e cavetto USB per caricatore.

La ChromeCast viene comandata tramite un protocollo DIAL (DIscovery And Launch) – di proprietà di NetFlix – che è uno standard de-facto usato anche da molte console in circolazione.

Ora – per i nerd con menti malate che forse mi leggono – la risposta è si: ci sono dei margini di hacking, però vi rispedisco al sito xda »

Come si comanda la ChromeCast (telecomando)

Si comanda tramite smartphone (Android, iPhone e – quasi – Windows Phone) oppure da qualsiasi laptop tramite il browser Chrome e la sua apposita estensione Google Cast. In ogni caso, connessa la chiavetta al televisore, vi basta seguire le istruzioni all’indirizzo:

http://chromecast.com/setup

e il gioco è fatto in pochi minuti. Ci sarà un po’ di tempo d’attesa se la chiavetta ha bisogno di scaricare gli aggiornamenti: ma lì dipende dalla velocità e disponibilità della vostra connessione web.

Cosa ci faccio con la ChromeCast

Nativamente la ChromeCast viene utilizzata per condividere da Smartphone/Tablet i video di Youtube, i video tramite Google Play Movies (anche acquistabili), la musica tramite Google Play Music, la televisione Red Bull, e i propri file multimediali tramite RealPlayer Cloud.

In realtà queste sono solo le app “ufficiali” che Google promuove chromecast.com/app. Attorno a queste app ci sono maree di applicazioni per fare un po’ tutto quello che si vuole. Ovviamente per gli utenti Android la cosa è più facile perché lo “store” è molto più aperto – come policy – e soprattutto perché ci sono store non ufficiali. Per il mondo iOS è più un casino, ma chi smanetta sa che non c’è limite alla provvidenza.

Infine – e forse è la cosa più potente – con ChromeCast si può condividere una tab di Google Chrome. Sembra una banalità, ma questo vi permetterà di condividere anche lo Stream Video di qualsiasi – ripeto qualsiasi – servizio di Live Streaming che giri sul vostro browser: quindi non ci sono più limiti a quello che la vostra televisione può “contenere”.

Per quanto riguarda invece l’uso di Chrome sotto Android ancora ci sono dei limiti: esiste la versione di Google Chrome Beta da scaricare che consente di condividere tramite browser alcuni servizi di Stream, ma ancora è molto acerba. Se volete provare non vi resta che scaricarvi Chrome Beta, andare all’indirizzo chrome://flags/#enable-cast, abilitare la funzionalità e riavviare l’app (pare ci siano dei problemi, io ancora non sono riuscito a farlo andare nemmeno con Vimeo e Youtube) nella versione italiana bisogna lasciare disabilitato, in quanto l’opzione è una negazione… non chiedermi perché: probabilmente difetti di traduzione!

Leggendo online c’era anche una app di nome Mirror della ClockworkMod (solo per Nexus 5), ma pare sia sparita dalla faccia della terra: permetteva di fare un mirror completo dello schermo del proprio Android.

Segnalo infine che ChromeCast supporta il Consumer Electronics Control, ovvero quel protocollo che consente alla porta HDMI di prendere possesso del televisore: accenderlo e cambiare canale.

Cosa Non ci faccio con ChromeCast

Nota dolente purtroppo. La prima cosa che – per ora – non si può fare è condividere il Browser da smartphone, al più di quanto già descritto sopra.

La seconda – per gli amici italiani – è che molte applicazioni top, in Italia – per le normative sui diritti d’autore – non sono fruibili o installabili. Esempio: SongZa, Pandora, Hulu Plus, NetFlix …

Non fa gli spaghetti e non vi avverte quando l’acqua sta bollendo: però probabilmente se cercate bene un’app “conto alla rovescia” compatibile ChromeCast/Dial la trovate!

Migliori App ChromeCast per Android

  • ChromeCast
  • Google Official Ecosistema:
    Chrome Beta, Youtube, Google Play Movies, Google Play Music, Google Chrome Extension
  • AllCast: per vedere in TV tutti i vostri media presenti su device (smartphone o tablet). Versione free e pay.
  • PlayTo: il player universale, permette di collegarsi ad un’infinità di streaming tra cui anche le blasonate app TuneIn e Grooveshark. Non solo: Vevo, Vimeo, Youtube e tutti i file locali. Guardate qui:
    PlayTo: Chromecast player universale
  • Hubi: applicazione per streaming e download. La cosa bella è che rende la Chromecast compatibile con NowVideo, 180Upload, Vodu  e molti altri
  • RealPlayer Cloud: per vedere in TV tutti i vostri media presenti su device (smartphone o tablet) e per gestirli nel cloud Real.
  • FM Online Radio: tutta la musica in Stream che volete
  • Vevo: musica e concerti dal vivo
  • CastPad: per scrivere sulla televisione
  • GamingCast: i vecchissimi giochi ora sulla TV
  • PlayTo Universal: la mamma santissima dell’app per lo streaming. Non solo Youtube, Pinterest o Vevo ma anche Grooveshark, Disney, Cartoon Network e chi più ne ha più ne metta
  • Ci sono poi emulatori di GameBoy e NES, ma serve di base un desktop: non hanno tanto senso.

Migliori App per iOS

PopCorn Time

Per gli amanti dello “streaming” torrenziale (torrent) c’è un’app che fa impazzire il mondo, si chiama PopCorn: questo software permette di vedere appunto in stream i film accedendo direttamente alla rete torrent. Ma cosa c’entra con il Chromecast? Che possiamo sfruttarlo, grazie ai consigli di Gennaro.

Cosa vi serve:

  • Il programma PopCorn installato http://www.time4popcorn.eu/
  • Un Chrome

Come fare

  • Accendere PopCorn, fare partire un film, quindi metterlo in pausa
    (verrà così creato anche un file in  C:\Users\<USERNAME>\AppData\Local\Temp\Popcorn-Time)
  • Accedere via Chrome al proprio servizio POPCorn tramite il proprio indirizzo di rete locale (lanciate da “DOS” un ipconfig) sulla porta 8888, es:
    192.168.0.113:8888
    http://it.kioskea.net/faq/1108-come-conoscere-il-proprio-indirizzo-ip
  • Sparare il tab di Chrome sulla Chromecast

ps: se volete i sottotitoli potete usare LocalChromecast Player, accedendo al file che crea PopCorn in pausa

 

Plex Server

Con Plex non solo puoi creare un vero e proprio media center sul computer, catalogando serie tv e film, ma anche vedere tutto sul televisore con ChromeCast. La riproduzione si controlla da Chrome o dalle app Plex per iOS o Android. Supporta i sotottotitoli e scarica automaticamente tutti i metadata, come i poster e le trame degli episodi delle serie tv. 

Ci sono due tipi di contenuti:

  • I contenuti locali, che si tengono sul proprio computer. Si possono vedere quando si vogliono, basta tenere acceso il computer che farà da “server”.
  • I contenuti dei canali, che sono plugin di Plex (vimeo, youtube etc.) che sono contenuti online, Plex farà solo da interfaccia per selezionarli via app con facilità.

Per maggiori info su Plex e Chromecast by Pikappa »


 

Se avete suggerimenti, aggiunte, update inviate tutto nei commenti che poi aggiorno il post e vi cito con un bel linkettino 😉

Se volete usare lo stream di siti bloccati in Italia si consiglia invece Hola.org 🙂

ps: la ChromeCast è acquistabile sul sito ufficiale di Google o su Amazon. Su Amazon – a quanto pare – non ci sono sorprese di ritardi sulla consegna!!!

Loading Facebook Comments ...

3 pensieri su “ChromeCast: Google TV

  1. imp3

    Ciao,
    non credo che l’affermazione “Infine – e forse è la cosa più potente – con ChromeCast si può condividere una tab di Google Chrome. Sembra una banalità, ma questo vi permetterà di condividere anche lo Stream Video di qualsiasi – ripeto qualsiasi – servizio di Live Streaming che giri sul vostro browser: quindi non ci sono più limiti a quello che la vostra televisione può “contenere”.” sia corretta.

    Io non ho Chromecast, ma, da quanto si legge in rete, se la pagina web che vuoi condividere ha un player flash non funziona lo streaming. Funziona solo con i pochissimi siti che fanno streaming con player in HTML5.

    Mi confermi?
    Grazie

    Rispondi
    1. Merlinox Autore articolo

      @imp3 per via dei pochissimi mi pare riduttivo: ormai quasi tutti hanno il player flash solo come “scorta” per i browser non compatibili con html5.
      Tutti i big sono convertiti, come sono convertiti la maggior parte di quelli che usano jw player che appunto usano html 5 e flash di scorta.
      Poi per il resto bisogna provare, flash ormai è morto e defunto: ahinoi!

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *