Bmw spinge il prodotto ovunque e con ogni mezzo

Basta pubblicità BMW

Era da un pezzo che avevo il coccodrillo in bozza, ma non sapevo in che forma farlo uscire. Stasera però ho visto il servizio di Striscia: la consegna dei tapiri a Nanni Moretti per il film caos calmo e il pompone BMW.

Allora ho deciso: lo scrivo, però non nomino la rivista in questione, magari la indovinate voi.
Prendevo tale rivista dal numero 1, mi piaceva molto. Poi un paio di fatti che non mi sono piaciuti: la gestione del forum / lettere e la pubblicità (o non pubblicità) presente in ogni pagina della rivista.

Prendiamo il numero di gennaio e analizziamolo insieme.

  • 219 pagine di autorevole rivista, di cui una ottantina di listini nuovo e usato (moto e scooter)  e offerte varie
  • copertina:
    • anteprima BMW HP2 Sport
    • BMW GS Story (dalla P/D 800 alla R 1200 GS)
  • pag. 4-5: doppia pubblicità BMW R 1200 GS
  • pag. 8 in calce: pubblicità concessionario BMW
  • pag. 3 in calce: altra pubblicità BMW
  • pag. 19: trafiletto BMW in superbike
  • pag. 36-39: articolo BMW HP2 Sport
  • pag. 40-49: BMW GS Story
  • pag. 99: servizio viaggio in Marocco, moto: BMW R 80 GS
  • pag. 128: ecco la BMW in superbike
  • pag. 137: mercato e foto della BMW R 1200 R
  • pag. 146-147 in calce: catalogo e pubblicità BMW Roma e Milano

Magari qualche pagina o citazione nei testi mi è scappata. Ma vi garantisco che non c’è numero in cui i viaggi non siano fatti con BMW e che non si spinga ovunque quella moto. E’ sicuramente una delle protagoniste incontrastate del mercato mondiale, ma mi sembra un po’ esagerato.

Voi che ne pensate?

Loading Facebook Comments ...

4 pensieri su “Bmw spinge il prodotto ovunque e con ogni mezzo

  1. Demonio Pellegrino

    So benissimo di che rivista parli…e sono d’accordo. Il problema e’ che quando una rivista costa 2 euro, una ragione c’e’: e cioe’ vive solo di pubblicita’. Altre riviste sono ancora peggio.

    Il peggio del peggio sono poi le riviste piu’ blasonate e piu’ care, sempre del settore motociclistico, dove non si critica MAI nessun prodotto. Sono tutti belli, tutti perfetti.

    Ora, io ho la fortuna di poter leggere riviste francesi (Moto Magazine) e inglesi (Bike, Rider) nelle quali ci sono VERI test comparativi (che posto anche sul mio sito) e nei quali si dice chiaramente che un prodotto fa schifo.

    Come mai lo fanno in tutti i paesi del mondo tranne che in italia?

    Rispondi
  2. Merlinox Autore articolo

    Non conosco l’editoria estera, so per certo però che l’editoria italiana, in altri settori ma soprattutto nelle verticalizzazioni editoriali più spinte, è tutta una farsa.

    Si compra lo spazio, si prepara l’articolo e lo si fa pubblicare. Punto.

    Ultimamente le mie fonti sono motoblog.it e riders per quanto riguarda un po’ di lifestyle etc.

    Cmq preferisco 10 pagine in più di pubblicità tra le pagine, piuttosto che quella sottintesa.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *