Blog Multimano: Adsense Multiportafoglio

Blog e AdSense sono un connubio ormai stra-validato.
Una esperienza interessante è anche quella di condividere un blog con qualcuno: un blog multimano.

Prendiamo l’esempio di Blogger: da la possibilità di creare un blog, e di inserire degli utenti autorizzati come redattori.
Il tutto si fa con estrema facilità e velocità: si fa nel pannello di controllo, impostazioni, autorizzazioni e si invia l’invito.

Ora viene il bello: come fare con le pubblicità? con le pubblicità di AdSense?
L’accordo più semplice, in caso di amicizia, è quello da buoni fratelli di fare alla romana: fifty fifty – 50 50.

Una volta decisa la metodologia "pubblicistica" possiamo passare alle cose serie: come lo realizziamo?

E qui entro in campo io, con il mio amico k76!

 

Intanto prepariamo lo script javascript necessario, basato sul mio modello di gestione numeri random in javascript, che adattato diventa:

<!-- adsense -->
<script language='javascript' type='text/javascript'>
idAdsense = Math.floor(Math.random()*2);
if (idAdsense==0){
userAdsense = &quot;mxmxmx&quot;;
//codice Google
google_ad_client = &quot;pub-00000000000000000000&quot;;
}else{
userAdsense = &quot;kkkkkk&quot;;
//codice Google
google_ad_client = &quot;pub-00000000000001000000000&quot;;
}
google_ad_width = 468;
google_ad_height = 60;
google_ad_format = &quot;468x60_as&quot;;
/*google_ad_width = 468;
google_ad_height = 15;
google_ad_format = &quot;468x15_0ads_al&quot;;*/
google_ad_type = &quot;text_image&quot;;
google_color_border = &quot;FFFFFF&quot;;
google_color_bg = &quot;FFFFFF&quot;;
google_color_link = &quot;5588aa&quot;;
google_color_text = &quot;666666&quot;;
google_color_url = &quot;5588aa&quot;;
</script>

 

Fatto? Fatto! Beh penso che non ci sia nulla da spiegare. Io ho usato (e evidenziato) un * 2 perchè ho fatto 50% di probabilità per banner e quinidi dopo ho usato un banale if else. Se avete bisogno di una casistica superiore aumentate il moltiplicatore e usatate uno switch javascript e gestite le percentuali con i numeri in base alle probabilità che volete ottenere e/o al numero di utenti! Un * 4 chiaramente vi garantirà un 25%.

La legge dei grandi numeri a lungo termine farà da garante per le percentuali (testato!).

 

Le variabili di google adsense potete usarle a vostro piacimento. Potreste gestire lo switch solamente per google_ad_client che è il codice identificativo dell’utente.

 

Ed ora il tocco di finezza: pubblichiamo l’annuncio integrando il sistema di tracking adsense, mio! Non c’è bisogno di dire che userAdsense è la variabile che serve per identificare il tracking nel virtual path di analytics.

 

<div id='adSense-banner' onClick='urchinTracker("mioSito/" + userAdsense + "/click");' style='padding: 2px 0 10px -2px'>
<script src='http://pagead2.googlesyndication.com/pagead/show_ads.js' type='text/javascript'/>
<script language='javascript' type='text/javascript'>urchinTracker(&quot;mioSito/&quot; + userAdsense + &quot;/view&quot;);</script>
</div>

 

Ci siete? Ci siete! Si! In arancio ho sottolineato la chiamata alla funzione di tracking urchinTracker parametrizzata per ogni annuncio.

 

Se ci sono dubbi fate un fischio, ma sono certo che non l’avete fatto prima voi perchè non ci avevate pensato 🙂

Loading Facebook Comments ...

14 pensieri su “Blog Multimano: Adsense Multiportafoglio

  1. Napolux

    Fico, ci avevo pensato anch’io. Ma per regolamento, su uno stesso dominio (o su una stessa pagina) si possono tenere banner adsense di due utenti diversi?

    Rispondi
  2. Merlinox

    Ok per i criteri di monitoraggio, anche sono meno elastici. Era venuta fuori una discussione anche da qualche altra parte, ma non ricordo (rif. S. Napolux).

    Per quanto riguarda un plugin non mi sembra che Blogger offra queste possibilità. Se si magari segnalamelo che aggiorno il post.

    Rispondi
  3. Merlinox

    Ti dirò. Per essere uno strumento a costo zero permette molte molte cose. Chiaramente non è un WordPress, ma non richiede nemmeno l’impegno di wordpress.

    Anche il look & feel stesso del sistema è veramente molto più targetizzato verso un’utenza medio bassa.

    Io mi trovo bene, raramente trovo cose che mi mancano sui miei blog secondari. L’unica cosa, secondo me, è che potrebbero in pieno stile Google pubblicare le API per la creazione di PLUG-IN.

    Rispondi
  4. Merlinox

    Mentre il successo di Tumblr è decretato dalla estrema bontà del suo goodies! Insuperabile, ma a mio avviso ancora migliorabile come potenzialità.

    Rispondi
  5. Pingback: Segnala su… per blogger

  6. Pingback: Da Blogger a Wordpress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *