Backlink: autoreferenzialità

IlariaLab: chi mi chiAma?L'amica Ilaria mi chiede un consiglio su come tracciare i backlink del nostro sito. Con backlink intendo collegamenti verso il nostro sito, presenti in altri siti. 

Purtroppo non viviamo in un WordPress world e non tutti i blog / siti inviano quel pacchettino di messaggi che notifica alla nostra piattaforma di essere citata, chiamati: trackback. Il trackback è uno standard de facto, nato dalla piattaforma Movable Type e adottato da WordPress. Blogspot, per esempio, usa un altro tipo di notifica, che viene chiamato collegamenti a ritroso: parecchio inutile.

Tempo fa, come ricorda la stessa Ilaria, usava Technorati, ma oggi? Secondo me oggi è necessario avere un sistema che raccolga i collegamenti in modo più popolare possibile. Technorati faceva "il lavoro sporco" ma solo tra siti connessi con la rete Technorati.

 

Controlliamo il web

Oggi la soluzione deve essere più globale: chi meglio di Google potrebbe aiutarci? Alla base del nostro tips & tricks per la ricerca di chi ci linka c'è la sintassi di questa query:

link:ilarialab.com

Che permette di vedere tutti i risultati di chi ci linka. Ora non vi resta che catturare i risultati. Le strade possibili sono diverse:

Per configurare correttamente il servizio mettete i dati in questo modo:

  • termini di ricerca: link:ilarialab.com
  • tipo: complessivo
  • frequenza: occasionale
  • lunghezza email: fino a 20 risultati
  • invia tramite: (io consiglio) FEED

Il gioco è fatto. Ora non vi resta che inserire tale Feed nel vostro feed reader: io suo Google Reader.

 

Tempo reale

Il web duepuntozzero e le sue innumerevoli evoluzioni ci hanno portato ad un clima di costante fretta: tempo reale. Un buon blogger che si rispetti non può quindi dimenticarsi di monitorare costamente la socialsfera. Come farlo?

Da qualche giorno Google ha lanciato la nuova funzionalità: vi basta effettuare una ricerca, cliccare su "mostra opzioni" in alto a destra e cliccare su "Più recenti": e il mondo dei social network sarà a vostra disposizione. 

Purtroppo non è presente un RSS dei risultati, quindi o li controllare – come detto sopra – con Google Reader (sto verificando se funziona anche con questa pagina) oppure avete bisogno di altro. Confermo che funziona, anche se la pagina "più recenti" visualizza veramente i risultati dell'ultimora.

Ottimo, ad esempio, è il servizio che da BackType: non è solo un plugin che vi permette di inserire nel vostro WordPress i commenti al vostro post, presenti sui social, ma vi permette anche di tenere sotto occhio in tempo reale quello che dicono, senza dover obbligatoriamente pubblicare. Ed ecco una bella query per tracciare le reaction: http://www.backtype.com/connect/ilarialab.com

Purtroppo anche in questo caso non è disponibile un RSS, ma possiamo sempre usare Google Reader 🙂

Come al solito ho dato alcuni esempi di come io utilizzo gli strumenti che conosco. L'invito è sempre valido per nuove tecniche e segnalazioni di strumenti migliori.

Loading Facebook Comments ...

3 pensieri su “Backlink: autoreferenzialità

  1. Pingback: I migliori post della settimana #62 | EmaWebDesign :: Web Programming / Web Design / SEO

  2. Merlinox Autore articolo

    @Giovanni anch’io avevo un blog autocostruito in coldfusion ma inseguire gli aggiornamenti della rete sociale è veramente impossibile.
    Wordpress è una delle migliori cose ci siano disponibili gratuitamente. In ogni caso se non vuoi desistere puoi pensare ad affiancare al tuo blog plugin come disquss o intensedebate.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *