Autostrade

Riporto una mail di avviso che mi è arrivata:

E’ imminente l’entrata in funzione di un nuovo sistema automatico, messo a
punto dalla società Autostrade, per il rilevamento della velocità degli
autoveicoli, denominato “Tutor”.
Il sistema è in grado di monitorare lunghi tratti autostradali attraverso
sensori e telecamere ed è in grado di determinare la velocità media di un
veicolo in autostrada, in un tratto di lunghezza variabile.
Il funzionamento si basa su una prima stazione che registra l’ora di
passaggio e la targa del veicolo ed una seconda stazione che registra
nuovamente i dati; utilizzando i dati registrati, viene calcolata la
velocità media di percorrenza del veicolo nel tratto indagato e, se essa
supera il limite di velocità previsto in quel tratto (maggiorato del 5% di
tolleranza previsto), i dati di transito ed il numero della targa vengono
automaticamente inviati alla Polizia che farà scattare la contravvenzione.
La fonte giornalistica informa che attualmente sono già state installate
stazioni di rilevamento
sulla A13 Bologna-Padova (zona Occhiobello),
sulla A14 (zona Forlì), sulla A4 Milano-Brescia (in avvicinamento a
Milano),
e che le stesse sono preavvisate agli automobilisti da appositi cartelli
segnaletici di colore giallo.

Non è una bufala: ne parla anche Google!
http://www.google.it…
http://news.google.it…

Loading Facebook Comments ...

6 pensieri su “Autostrade

  1. stefanofranzoso@libero.it

    si.. ho visto proprio stamattina (dopo aver visto delle foto via mail) le postazioni di rilevamento
    A quanto pare sono sotto i cartelli informativi, anche se non ho visto le telecamere.
    Beh… l’idea non è male… ma alla fine vorrei capire su quale dato fanno una multa? nel senso, se il limite di velocità è 130Kmh, se la mia velocità media è maggiore di 130 allora mi fanno la multa?

    Rispondi
  2. stefanofranzoso

    Beh… non vedo dove sia il problema, sarebbe ora che i limiti di velocità vengano rispettati da tutti… In fondo 7000 famiglie l’anno piangono qualcuno morto in strada…
    Dall’altro lato mi piacerebbe che venissero prese iniziative forti verso molti altri comportamenti pericolosi, come il non rispetto della distanza di sicurezza, camion stracarichi e carichi malfermi, cantieri eterni e mal segnalati (siamo all’ultimo posto in una classifica europea per quest’ultimo punto…)

    Insomma… Qualcosa deve essere fatto,e forse nell’autostrata è il luogo dove le multe che vengono fatte non servono a risanare i conti dei comuni…
    Ma questa è un’altra storia…

    Rispondi
  3. Merlinox

    Ma secondo te un BMW 120d con freni a disco grandi come la ruota, abs, controllo dela trazione e meno di 2 tonnellate di peso, è più o meno pericolosa ai 50 di una macchinina con rimorchio che cerca di sorpassare ai 110, del peso di 50-60 tonnellate, con spazi di frenata immensi e magari 10 ore di guida alle spalle?

    Rispondi
  4. Merlinox

    In germania non ci sono i limiti di velocità in molti tratti di autostrada, ma sanno che alla prima caga*a li incula*o a sangue con il sabbione: prova a vedere quanti incidenti fanno!

    Rispondi
  5. stefanofranzoso@libero.it

    Concordo con il fatto che le autostrade tedesche non hanno limiti di velocità, ma fuori dalle autostrade i limiti sono tassativi e rigorosamente rispettati.
    In italia le regole vengono viste come "un fastidio" e non come qualcosa definito per la pubblica sicurezza.
    Inoltre, tanto per restare nel tecnico, la BMW che hai citato prima, è vero che si arresta si in poco spazio, ma ha anche l’abitudine di stare a 5 cm dal paraurti di quello davanti e il guidatore ha sempre lo stesso tempo di reazione, 0.7 sec se è un figo, e circa 1 secondo se è stanco o distratto.
    Tanto per la cronaca, a 130 all’ora in un secondo si fanno 36 metri… a 250 per 70!!!!! Vedi tu se è pericolosa o meno

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *