Apollo 11 e l’incontro con gli Ufo: la Nasa traballa

Edwin Eugene Aldrin Jr aka Buzz Aldrin, pilota aerospaziale della nasa, è stato invitato l’8 gennaio dalla Fox per una intervista. Fiero del suo lavoro era convinto che l’intervista si basasse sulla sua ultima missione spaziale. In realtà il tema era… beh Paris Hilton!

Nell’intervista però saltano comunque fuori particolari affermazioni. La più importante legata alla missione Apollo 11:

  • Look at what’s outside of our window! It’s a UFO!
  • It’s unusual to see a booster rocket outside of our window.
  • hink about what people would have said and what they would have done if we told them it was a UFO following us? That’s what it was.

Sono affermazioni decisamente rilevanti. Si è parlato anche di Neil Armstrong, il suo compagno di viaggio nell’Apollo 11 e dei suoni durante le trasmissioni radio della missione: rumori strani e linguaggi strani!

Per non parlare poi di alcune foto dell’Apollo che mostrano strande luci e strani oggetti attorno alla luna.

Create polls and vote for free. dPolls.com

Buzz Aldrin inoltre lancia la provocazione “ma secondo voi perchè la nasa ha scelto come primo uomo per la luna Neil Armstrong?”. Ma soprattutto dice che se qualcuno ha ancora dei dubbi “che lo chieda a Neil!!!”.

Così si legge su pr-usa.net ma poi ho trovato questo video “NASA Employee Goes Public On UFOs” dove Donna Hare, ex impiegata della nasa. Afferma che la Nasa è al corrente degli UFO e degli accadimenti dell’Apollo 11, ma che l’equipaggio era istruito a non parlare!

A tutto ciò segue la dichiarazione che mesi fa un membro del governo Giapponese parla di UFO e della loro reale preoccupazione in merito.

Nelle scorse settimane, a distanza di pochi giorni l’uno dall’altro, due ministri giapponesi, il capo di gabinetto Nobutaka Machimura e il ministro della Difesa Shigeru Ishiba, hanno sostanzialmente dichiarato che non solo gli Ufo esistono ma che in un futuro imprecisato non sarebbe da escludere un attacco da forze aliene.

Voi cosa ne pensate? Ci credete agli UFO?

Loading Facebook Comments ...

38 pensieri su “Apollo 11 e l’incontro con gli Ufo: la Nasa traballa

  1. claudia

    guarda, non so nemmeno se crederci. Anni fa parlai con un fisico che mi spiegò per quale motivo scientifico non potevano esistere extraterrestri. Purtroppo non mi ricordo. E’ che io inizio a credere di fronte a qualche evidenza scientifica, mentre queste dichiarazioni mi confondono: se lo dicesse tanto per creare interesse? per prendere in giro? chi lo può dire

    Rispondi
  2. Golem

    Mi interesso di UFO da tanti anni e la mia personale opionione è che esistono e sono effettivamente dei visitatori da altri mondi.

    Rispondi
  3. Merlinox Autore articolo

    claudia sinceramente penso che molti studiosi pecchino di ottusita o di egocentrismo. non nel senso offensivo, ma nel senso che partiamo dalle “nostre” conoscenze e pretendiamo che tutto il resto debba rispettare quelle regole.

    chi l’ha detto che un essere, per essere vivente, deve avere un organismo a ossigeno e carbonio?

    ricordo una canzone dei blue vertigo che diceva “se non avessi mai visto un fungo, riusciresti a immaginarlo”?

    E’ la presunzione dell’uomo secondo me che potrebbe metterlo in pericolo rispetto ad eventuali altre sicure forme di vita. Il fatto stesso di presumersi unici è assoluta presunzione.

    Che poi ci sia qualcuno che ci guarda o che arriva a trovarci etc… quello proprio non ne ho idea. Tutti all’area 51 questo week end?

    Rispondi
  4. Merlinox Autore articolo

    @golem: e che aspetti allora? illuminaci.
    Se vuoi mandarmi una tua visione in merito agli articoli che ho citato la pubblico volentieri.

    Rispondi
  5. sefirot2

    Concordo anch’io nel ritenere presuntuoso l’uomo che si ritiene l’unico essere vivente nell’universo.
    Ma ci rendiamo conto di quanto è sterminato tutto quello che ci circonda è quanto,invece,è microscopica la terra?
    come possiamo pretendere di essere unici? io,poi,trovo molto bello pensare che esistano altri mondi dove altri esseri intelligenti ,magari con altri corpi o con delle vibrazioni più elevate delle nostre possano godere,pensare,amare etc.
    Sono d’accordo,facciamo una capatina all’area 51e facciamoci spiegare da qualche grigio come mai negli ultimi 50 anni l’uomo è riuscito a fare questo enorme salto tecnologico,assolutamente imprevedibile.
    Qualcuno può soddisfare questo desiderio?
    sefirot2

    Rispondi
  6. Halloween

    è difficile per me pensare che in tutto l’universo siamo i soli esseri viventi…allora se per ufo si intende qualche forma di vita alternativa rispetto a noi, allora io ci credo! e credo anche che qualcosa si sappia, ed è tutto scritto negli X- Files. Sono peraltro abbastanza scettica rispetto a tutte le notizie di avvistamenti vari, perchè penso che in quanto esseri umani siamo facilmente impressionabili ed affascinati dall’ignoto…a me, poi, non è mai capitato!

    Rispondi
  7. Merlinox Autore articolo

    Certo che stiamo ragionando su ufo, su extraterrestri, su fisica e filosofia e sull’area 51.
    Ma dobbiamo ancora capire chi ha fatto cadere l’aereo di Ustica e chi ha ucciso il piccolo Samuele.

    Rispondi
  8. Enzo

    Sono perplesso sull’esistenza degli UFO.
    Riflettete un attimo. I filmati e le foto degli ufo sarebbero dovute quadruplicare visto che oggi tutti hanno il telefonino che scatta le foto in tasca. Cercate su youtube e su flirk e non troverete nulla!
    Magari gli ufo sono timidi e adessso che siamo più attrezzati per documentarli si nascondono 🙂

    Rispondi
  9. Nico

    Crederci o no? Non saprei che decidere, ma finchè non li vedo con gli occhi rimango dubbioso.
    Per il resto, bisogna pure stare attenti quando si parla di Ufo. Gli Ufo sono oggetti non identificati, ma possono pure essere aerei o chissà quale ingegno militare. A quel tipo di viaggio non saprei che dire, certo che le foto parlano chiaro e quelli erano oggetti non identificati.
    Altra cosa: io nonmi stupirei se venissi a sapere che un mio conoscente è un alieno. Oddio, ci rimarrei male, ma almeno avrò scoperto e visto questi benedetti alieni.
    http://www.sentimentoitaliano.blogspot.com

    Rispondi
  10. ugo

    Ma che ufo e ufo!!! dai siamo seri!

    anche l’atterraggio dell’uomo sulla luna è una pura bufala! perchè credete che non ci è mai più tornato nessuno lassù da allora? perchè ormai la necessità di dimostrare la supremazia degli USA sull’URSS e viceversa è roba d’altri tempi!
    Ammettiamo che ancora oggi, anno 2008, non esiste ancora la tecnologia necessaria per far mettere piede sulla luna a nessun essere vivente a meno di non ucciderlo all’istante!

    un po di serietà per favore!

    Rispondi
  11. Merlinox Autore articolo

    @nico: il tuo link se vuoi puoi metterlo legato al nickname 🙂 Comunque sarebbe figo avere amici alieni. Magari anche qualche ex…

    @ugo: hai tirato il sassolino che avevi nella scarpa eh… 🙂

    Rispondi
  12. ale

    secondo me gli ufo esistono ma essendo una forma di vita superiore hanno capito che e’ meglio starci distante..

    Rispondi
  13. Patrik

    Magari Mastella e gli altri politici fossero UFO!!!
    Potremmo scatenare una guerra contro di loro, che siano alieni è fuori di dubbio!!!!

    Rispondi
  14. Nico

    Merlinox, non penso che se scopri la tua ex alieno ti piaccia tanto. Almeno, con l’amaro in bocca ci rimani. Anche se, non sappiamo nulla di queste cose. Potrebbero pure essere persone normalissime, potrebbero essere come vengono raffigurati nei film o nei libri ecc…

    Rispondi
  15. marco

    Ieri abbiamo visto una sfera, sembrava una pietra riflettente su un cerro (montagna in mexico)..non gli ho dato molto caso poi questa sfera illuminata dal sole si e’ alzata, verso sinistra..poi a destra..come una zeta..e poi e’ scomparsa…lentamente, non era niente di umano…eravamo sotto la montagna…sono cose che qui in mexico passano tutti i giorni, secondo me nella terra ci sono gia’ colonie di visitatori, di pianeti che si stanno esauriendo..e noi siamo una clonazione adattata alla vita in questo pianeta…no sulla luna non ci siamo arrivati..classica montatura americana..

    Rispondi
  16. Ultimo

    Golem, lo studioso di fisica con cui hai parlato è un idiota.
    Semmai è logico, razionalmente, che esistano altre forme di vita su altri pianeti.
    Che siano forme di vita intelligenti non solo è statisticamente certo ma del tutto elementare. Infiniti mondi contemplano infinite possibilità, infiniti gradi di evoluzione dell’intelligenza vivente.

    Rispondi
  17. Giorgio

    La tecnologia del secolo appena trascorso, questo mi fa pensare che esistano gli ufo, ma ci pensate cent’anni fa a scrivere su internet?

    Rispondi
  18. Paolo

    Io penso che sia improbabile che noi siamo l’unico pianeta abitato dell’intero universo. Esisteranno altre forme di vita da qualche parte chissà dove. Sul fatto che gli extraterrestri vengano sulla Terra non sono convinto, lascio aperta ogni possibilità.

    Rispondi
  19. Ufologo555

    QUELLE CINQUE ORE E MEZZO DI …RITARDO!

    Quella sera; dovevano sbarcare sulla Luna verso le 22,30, ma dalle 22,30 circa sbarcarono verso le ore 05,30 del mattino (in Italia).Mi ricordo che attendevamo di ora in ora lo sbarco sulla Luna senza capire il motivo di quel pazzesco ritardo! I giornalisti, nella sala stampa di Houston, furono scollegati con il controllo della missione. Ogni tanto mia moglie veniva a vedere che fine avessi fatto… Insomma l’uomo attendeva da un milione e mezzo di anni di mettere piede sulla Luna e gli astronauti cosa facevano, secondo Houston? Dormivano… Questo è ciò che vollero far credere al mondo. Con più di 160 battiti al minuto di frequenza cardiaca dei due astronauti… dormivano! Già erano successe cose strane durante la missione, comunque pur se scollegati i giornalisti, in Europa poterono essere captati i dialoghi degli astronauti con Houston (che poi, sollecitati da Terra, cambiarono frequenza) dall’Osservatorio di Bokum, in Germania e dai fratelli radioamatori di Torino, Judica Cordiglia (divenuti famosi proprio perché seguivano tutte le missioni spaziali); i dialoghi (fatti ascoltare anche da uno Speciale Tg-1 della RAI) riguardavano cosa stava in realtà succedendo lassù. Dai brani registrati si sentiva chiaramente Armstrong dire concitatamente: “… che cosa era? Che diavolo era… Lo vorrei proprio sapere… “. E da Houston: “Che c’è… (che)… non funziona? Controllo missione chiama “Apollo-11 “… ” Avrebbe detto dopo alcuni istanti di confusione il controllore da Houston. E Armstrong riprendendo: “Questi AGGEGGI sono giganteschi, signore… Enormi! Oh, Dio! Non ci credereste…!”. Silenzio imbarazzato dalla sala di controllo, e Armstrong ancora: “Vi dico che ci sono altre ASTRONAVI laggiù, allineate sul bordo del cratere… SONO sulla Luna per osservarci…!”. Da Houston cominciarono ad urlare di cambiare frequenza, di passare sulla “Tango” (frequenza criptata di protocollo per le emergenze). Evidentemente gli astronauti, presi alla sprovvista, parlavano spontaneamente e in preda ad evidente emozione.

    Resta il fatto che, dopo poche altre missioni, nulla, nemmeno l’ombra di un… transistor, andò più sulla Luna e da 32 anni! Come ebbe a dire Armstrong durante un colloquio, furono “severamente redarguiti dal mettere piede sulla Luna”. Naturalmente, per nascondere la cosa all’opinione pubblica, vi furono altri voli “Apollo”, ma non fino al n° 20, come da programma. E riguardo al fallimento dell'”Apollo-13″, si dice che trasportasse una mini carica nucleare per testare le onde sismiche sulla Luna, poiché durante le prove di allunaggio di missioni precedenti, quando per risalire in orbita lunare e congiungersi con il Modulo di Comando, il LEM abbandonava, a una certa quota, la piattaforma d’atterraggio che ricadeva sulla Luna. Ebbene, si notò che la stessa, impattando con il suolo lunare, provocò un terremoto le cui onde sismiche durarono circa 3/4 d’ora! Come se la Luna fosse vuota! Da lì la prova con la mini carica; ma, come dico io, L”Apollo-13″ fu sabotato… Come già detto in precedenza, anche le altre Missioni furono accompagnate da varie altre STRANEZZE.

    Rispondi
  20. Ufologo555

    E QUELLO CHE AVVENNE CON L”APOLLO-12″…

    Sperando di non annoiare nessuno, ma di cercar di informare, vorrei raccontarvi cosa successe anche con l'”Apollo-12″ (praticamente ogni missione spaziale ha avuto le sue STRANEZZE…).
    4 Nov. 1969, seconda Missione lunare con l’equipaggio composto dagli astronauti Conrad, Gordon e Bean. Anche questa impresa è accompagnata da fatti inspiegabili… I vari quotidiani riportano: “Tensione nervosa a bordo dell'”Apollo-12”, i tre astronauti cominciano a parlare perfino di “nemici spaziali” e Oggetti misteriosi… “. Intanto dall’Apollo” si può udire la voce eccitata di Conrad: “Scorgiamo un OGGETTO LUMINOSO che è sempre nello stesso posto rispetto a noi. Sembra ruotare su se stesso; l’abbiamo visto anche ieri sera, sembra proprio che ci segua…” In un certo qual modo gli astronauti vengono rassicurati da Houston che dice loro “… per lo meno non sembrano ostili … “. Poi, per la seconda volta gli astronauti calpestano il suolo del nostro Satellite; è il 12 Novembre. Tutto si svolge regolarmente, tranne che per un particolare: le preziose telecamere, appena installate sulla Luna (veri gioielli dell’elettronica), che servivano a farci vedere in diretta le varie immagini, si “bloccano ” per 12 ore! Praticamente non trasmettevano più, o meglio, sul televisore appariva lo schermo completamente bianco… Non un effetto neve di mancata ricezione, ma come se qualcuno lassù avesse messo qualcosa davanti la telecamera per non far vedere niente! Da Houston prima dissero che non sapevano spiegarsi il motivo, poi dissero che, erroneamente, le telecamere erano state rivolte contro il Sole rovinando l’obiettivo… Non sapendo però spiegare ai giornalisti, dopo 12 ORE, come mai ripresero a funzionare da sole! Beh, non mi meravigliai di quella spiegazione, ne raccontavano di più “belle” a volte! Ma possibile che il mondo è così stupido? Ma certo, loro sono i tecnici! Ci hanno portato sulla Luna…! Gli astronauti dovevano poirecuperare alcuni pezzi di una sonda automatica lanciata in precedenza: il “Surveyor”, e ciò avvenne. Al ritorno sulla Terra si constatò che gli astronauti erano stati esposti non solo alle normali radiazioni, ma anche da altre radiazioni di tipo SCONOSCIUTO, le stesse provenivano anche dai pezzi portati a terra della sonda lunare. Riguardo alle trasmissioni, sia radio che televisive, considerate in diretta, la NASA si riservava il diritto di controllo sulle reti di emissione, diffondendo le stesse con due secondi di ritardo (il tempo di censurarle!). E per questo anche inviavano nello Spazio solo personale militare, perché soggetto a segreto. John Glen, uno dei migliori astronauti della NASA, che fece il primo volo orbitale attorno alla Terra, raccontò, nonostante il divieto della NASA, di aver visto oggetti luminosi seguirlo durante il volo; ebbene, fu messo a terra a dirigere i suoi colleghi quando compivano le varie missioni! Qualche anno fa gli fu dato il contentino di farsi un giretto sullo Shuttle… Per finire, il Dott. Glen Seaborg, allora Presidente della Commissione per l’Energia Atomica americana, ha rivelato che la NASA è in possesso, oltre a varie foto che mostrano immagini di UFO scattate nel percorso Terra-Luna e viceversa, anche di altre che mostrano l’ESISTENZA DI TRACCE O IMPRONTE SUL SUOLO LUNARE, consistenti in FORME ROTONDE, OVALI e QUADRATE, dai contorni netti, riprese in diversi punti del suolo lunare… A proposito, sapevate che ogni Missione Lunare avveniva in ZONE dove, da sempre si può dire, si scorgevano da terra effetti luminosi e anomalie varie? ,

    Rispondi
  21. Ufologo555

    Buongiorno a tutti, ciao Merlinox!
    Posso raccontarvi qualcosa anche riguardo una delle varie Missioni “Mercury”, forse anche questa qualcuno l’ha dimenticata o non ricorda…
    Tengo a precisare, riguardo l'”Apollo-11″che assolutamente non sono le solite voci di corridoio perché la RAI qualche anno fa (adesso mi sfugge quando) ne fece uno Speciale Tg 1 nel quale facevano udire la registrazione del dialogo prima che censurassero il tutto… E si può udire chiaramente, come anche la voce concitata non tanto di Armstrong ma del controllore di Houston che evidentemente si rendeva conto che avrebbero potuto ascoltare tutti ciò che stava succedendo… Io ricordo che sì, si sentivano gli astronauti dialogare, ma erano sovrapposti dai commentatori RAI, ma con tutta la frenesia dei collegamenti, escono o non escono, insomma tutto quello che succede in quelle circostanze… Poi i vari esperti in studio che intervenivano… Ma, ricordando meglio,, quelle frasi, gli astronauti le dissero mentre erano già scollegati gli altoparlanti nella sala giornalisti di Houston, e loro non avevano ancora cambiato frequenza, per questo furono intercettati… Comunque la registrazione esiste, io ho ancora la cassetta; poi, ragazzi, 5 ore e mezzo sono a dir poco STRANE. Possono raccontare e giustificare quello che vogliono! Il programma doveva essere minuziosamente rispettato per ragioni di sicurezza e di sopravvivenza anche. Altro non so dire; solo che tutte le Missioni hanno sempre avuto COSE DA NASCONDERE, dalle “capsule Mercury alleGemini” e di più ai voli “Apollo”. Insomma ce ne sarebbe da raccontare… Come ad esempio il 24 maggio 1962, Scott Carpenter, con la “Mercury”, doveva disintegrarsi, al rientro nell’atmosfera, per un suo errore di manovra (consumò più carburante del previsto in automatico), azionò i comandi manualmente compiendo un errore di inclinazione, per il rientro nell’atmosfera, di vari gradi ( 3° di errore erano invece tollerabili) dando un’inclinazione del tutto erronea per il rientro… Quindi, accertata ormai anche da terra la sua fine, come una “stella cadente”, attendevamo in diretta la tragedia… Nessuno vide niente! Ma proprio in quella delicatissima fase di volo, a errore ormai avvenuto, accadde un fatto ASSOLUTAMENTE INSPIEGABILE: dal momento in cui Carpenter accese i retro-razzi per la frenata, a quando fu ritrovato finalmente in un battello pneumatico accanto alla “capsula” INTATTA, passò un’ora anziché i pochi minuti previsti (in cui, attorno alla capsula, si forma uno strato ionizzato che interrompe momentaneamente le comunicazioni). In tutto quel tempo non fu possibile stabilire alcun contatto radio. Così si pensò alla conferma della tragica fine che aveva fatto lo sfortunato astronauta… Invece, con la più grande sorpresa di tutti, la navicella fu ritrovata a 400 Km di distanza dal previsto punto di ammaraggio! Ma quello che colpì di più, oltre all’insperata sopravvivenza dell’astronauta, fu il ritrovare la “capsula” stranamente INTATTA, senza cioè la più piccola scalfittura o bruciatura che normalmente si nota vistosamente alle altre navicelle… “Fatto inspiegabile”! scrissero l’indomani i quotidiani. I due sommozzatori, addetti al recupero, riferirono di aver trovato Carpenter in stato confusionale mentale: “Sembrava assente, non si rendeva conto di dove si trovasse. Infatti, vedendoci arrivare, chiese chi fossimo e da DOVE VENIVAMO… “. Il Col. Power, portavoce militare di Cape Canaveral, dichiarò che “per ragioni sconosciute e contrariamente alle leggi fisico-dinamiche, la “capsula” anziché volatilizzarsi negli alti strati dell’atmosfera, non era stata nemmeno scalfita dal calore sviluppatosi dall’attrito… “. Tutto qua. Ma Carpenter, alcuni giorni dopo, rilasciò una dichiarazione in esclusiva al “Time Life Inc.”, in cui si legge: “… la caduta, nella massima parte, fu dolcissima! Il calore dell’attrito, che doveva essere altissimo, non penetrò mai all’interno della cabina, benché la temperatura dovesse essere di almeno 1093 °C! E’ come se FOSSI STATO AIUTATO… Guardando fuori dall’oblò, notai un alone arancione che circondava la “capsula”, che cambiò poi in verde. Scomparve quando la zona di attrito fu superata”. Dichiarò inoltre di non aver sentito la consueta spinta negativa dell’accensione dei retro-razzi. Così, stranamente, si concluse tutto per il meglio. Il fattore predominante, come tante altre volte, fu il mistero; di cui non sapremo, ufficialmente, mai nulla …

    Rispondi
  22. Ufologo555

    Tengo a precisare, riguardo l’”Apollo-11″che assolutamente non sono le solite voci di corridoio perché la RAI qualche anno fa (adesso mi sfugge quando) ne fece uno Speciale Tg 1 nel quale facevano udire la registrazione del dialogo prima che censurassero il tutto… E si può udire chiaramente, come anche la voce concitata non tanto di Armstrong ma del controllore di Houston che evidentemente si rendeva conto che avrebbero potuto ascoltare tutti ciò che stava succedendo… Io ricordo che sì, si sentivano gli astronauti dialogare, ma erano sovrapposti dai commentatori RAI, ma con tutta la frenesia dei collegamenti, escono o non escono, insomma tutto quello che succede in quelle circostanze… Poi i vari esperti in studio che intervenivano… Ma, ricordando meglio,, quelle frasi, gli astronauti le dissero mentre erano già scollegati gli altoparlanti nella sala giornalisti di Houston, e loro non avevano ancora cambiato frequenza, per questo furono intercettati… Comunque la registrazione esiste, io ho ancora la cassetta; poi, ragazzi, 5 ore e mezzo sono a dir poco STRANE. Possono raccontare e giustificare quello che vogliono! Il programma doveva essere minuziosamente rispettato per ragioni di sicurezza e di sopravvivenza anche. Altro non so dire; solo che tutte le Missioni hanno sempre avuto COSE DA NASCONDERE,ma riguardo gli UFO…

    Rispondi
  23. Ufologo555

    AMERICANI E RUSSI DA SEMPRE…”ACOMPAGNATI” !

    15 Maggio 1963, l’astronauta statunitense L. Gordon Cooper jr. dall’orbita terrestre, dichiara ai controllori di Houston : “…e durante quest’orbita ho visto un’ ENORME “PALLA DI FUOCO” venirmi vicino… Era un Disco Volante circondato da un alone verdastro, di lato sembrava avesse come una fascia rossa posta di lato…
    Il Disco si spostava da Est ad Ovest, cioè in senso opposto a quello dei nostri satelliti artificiali, tanto per intendeci…”
    Così non c’erano dubbi… Anche gli schermi delle apparecchiature a Perth, in Australia, poterono registrare il passaggio ravvicinato dell’Oggetto accanto alla capsula spaziale…
    Fu osservato da centinaia di tecnici della Base.
    Al termine del volo i giornalisti, ansiosi di saperne di più, vennero imformati dall’addetto stampa per la NASA, con tono deciso, che non erano autorizzati a rivolgere domande all’astronauta, e che ogni comunicazione in proposito sarebbe stata emanata esclusivamente dalla NASA… Inutile se vi dico che fine fece quel comunicato…

    14 Giugno 1963, viene lanciato nello Spazio, a bordo della “Vostok-5”, IL RUSSO vALERY f. bYKOWSKY.
    iL POMERIGGIO DEL 18 GIUGNO, dopo una delle consuete comunicazioni fra la “Vostok” ed il suo Centro di Controllo a Baikonur, l’astronauta richiamò con una certa urgenza il Controllo, con una voce alquanto agitata: “…qui “Nibbio”! Qui “Nibbio”, rispondete…Si, vi sento….QUALCUNO sembra accompagnarmi nello Spazio..! Vola accanto alla navicella …mi scorta!”
    Quello stesso giorno i Russi lanciarono in orbita anche la prima donna astronauta : la Russa Valentina V.Tereshkova, con la “Vostok-6.
    Ed anche lei, poco dopo, chiamerà Baikonur dicendo : “…anch’io ho UN VEICOLO di origine ignota che mi scorta…!”
    Il programma spaziale fu comprensibilmente interrotto, da parte dei Russi. Fatto un solo giro d’orbita, Tereshkova, fu fatta rientrare.
    L’Agenzia “TASS”, sorprendendo tutti, comunicherà, in uno dei suoi bollettini, che “…anche i cosmonauti Russi hanno avvistato nello Spazio OGGETTI DI PROVENIENZA SCONOSCIUTA…”

    Rispondi
  24. Ufologo555

    AMERICANI E RUSSI DA SEMPRE…”ACCOMPAGNATI”!

    4 Dicembre 1965, volo della “Gemini-7”; a bordo sono gli astronauti Frank Borman e James A. Lowell.
    Durante la seconda orbita, mentre sorvolavano Antigua,nelle Antille, Borman segnala a Houston che, insieme a Lowell, da qualche minuto stanno osservando UN OGGETTO SCONOSCIUTO LUCENTE che sembra li stia seguendo…
    La Sua posizione è a 15° dal loro piano orizzontale, leggermente a sinistra.
    Da Houston replicano accennando che può trattarsi di un elemento staccatosi (!) da un razzo di direzione della loro capsula ( quando ci si mettono a dire fesserie…), oppure del loro stesso razzo vettore “Saturno” ( l’ultimo stadio ).
    Ma Borman, con tono alquanto seccato, aspettandosi evidentemente risposte del genere, replicò deciso che sapeva riconoscere cose del genere! “…Ma QUELLA ROBA LA’ è tutt’altra cosa… Il vettore, come dite voi, lo abbiamo bene in vista e se ne va rotolando illuminato dalla luce del Sole: l’OGGETTO – insistette Borman – non solo si presenta distinto dal razzo, ma occupa tutt’altra posizione nel cielo!
    E comunque prima di arrivare qui vicino aveva rallentato…!”

    Rispondi
  25. Riccardo93

    Dunque, perchè ci siano altre forme di vita nell’Universo e ci sono per il 99,9%, bisogna avere per forza, per fisica, acqua e carbonio, come minimo questi 2…
    poi riguardo a Ugo, vorrei informarti che quella del ‘non allunaggio’ fu una bufala durata qualche mese, mi stupisco che se ne parli ancora dopo che la NASA abbia ufficialmente pubblicato files relativi alla Luna…
    raga la NASA conserva più di 17 tonnellate di rocce lunari, analizzate ad una ad una da scienziati civili…
    il fatto che non ci va più nessuno è supportato dalla ragione che della ‘Luna’ si sa già TUTTO, è soltanto una palla di roccia e poichè i fondi, che come spero sappiate sono di miliardi di miliardi di dollari, non sono più impiegati per conoscere qualcosa che si sa già, ma per aprire nuove frontiere, come l’uomo su Marte, le basi spaziali, questo è il vero progresso, perchè se rimaniamo ottusi come Ugo il mondo non andrà mai avanti, pensateci bene, prima di parlare bisogna ricercare, studiare, verificare e infine informare…
    A Voi la parola… ci si vede.. bye

    Rispondi
  26. Maurizio Piazza

    #42 21 Dicembre 2009 – 02:00

    guardate che loro sono mandati da dio , il loro compito
    e di guidarci verso una vita migliore , farci capire la nostra
    vera importanza, quando dicono che ci dobbiamo preparare alla
    luce,quella sarebbe la vita eterna (se ci fate caso quando una
    persona muore almeno quando lo puo raccontare vede la luce ),
    ,e come volete che ci andiamo se non siamo pronti spiritualmente
    e per spirituale non intendo pregare perche esiste la meritocrazia
    e tante altre belle cose di cui potrei citare , noi come loro abbiamo un anima ,
    loro hanno la conoscenza totale della verità data alloro da dio molto tempo fa ,
    ci possono e ci vogliono migliorare , la mia non e ingenuità ,e saggezza e conoscenza
    diretta non dico con loro anche se in passato quando avevo 14 anni ho ricevuto
    l’attenzione di un disco volante che posava sopra la mia testa ,ad un 700 metri
    diciamo che si sono fatti sentire ho alzato il capo qualche secondo ed e andato
    via cmq non parlo di questo ma della vita e dell’anima io sono uscito dal mio
    corpo ed ho pure i testimoni ho aperto cieli ho caminato sull’acqua questa e la
    conoscena che ho , e so che pure loro ne fanno parte di quella verità

    utente anonimo

    #43 21 Dicembre 2009 – 02:14

    sono maurizio piazza abito a palermo in via gaetano amoroso ,
    vi ho detto prima che ho camminato sull’acqua quella non e
    solo che una minima parte della mia verità , bertolde@hotmail.it (msn)
    utente anonimo

    #44 21 Dicembre 2009 – 14:34

    sempre io maurizio piazza , vi racconto che ha da 16 anni che sono
    , perseguitato , ucciso , microspie da per tutto parenti , amici
    ,conoscenti ,questa e la chiesa ed è il mio problema e sara anche il
    vostro forse , almeno per quanto riguarda il ritorno degli dei , se avete visto voyager ce
    la storia di gesù , ecco io gli avevo detto pure i minin particolari ,
    uguale a voyager già prima di averlo visto, solo che molte cose sono false ,
    vi potrei dire qual’è ma non posso
    io come la mia famiglia saremmo in pericolo , solo che non possono ucciderci
    voi vi domanderete perche ? il perche e che già l’anno fatto almeno con me 500 volte ,
    mi sembra strano pure il fatto che posso comunicare senza essere interrotto , google
    fa miracoli anche esso haha , cmq da 16 anni , gesù per 33
    mio padre ha detto di essere il Dio gli ho chiesto delle prove parlando telepaticamente
    e me le ha date dunque , pensatelo voi che io sia pazzo , mentre io rimarro con le mie opinioni
    , mio padre ha detto che le cose le fa nei
    tempi dovuti , che per me vi posso dire che sono molto lenti
    , dato che la tortura dura da troppo tempo
    , ha detto pure che li uccide , ecco adesso dalla
    mattina alla sera mi chiedono chi li uccide io non lo so , e se lo sapessi non gle lo direi ,
    diciamo che stanno perdendo tempo , io credo che li ucciderete voi
    ,voi vi chiederete perche li vuoi uccidere ? magari non ve lo chiedete ed e semplicemente mio sarcasmo
    , i motivi sono tanti , ……………….
    utente anonimo

    #45 21 Dicembre 2009 – 14:45

    maurizio piazza , scusate se scrivo come un mongoloide ,
    ma romopono le sfere del caz , dunque si controvertono i pensieri
    utente anonimo

    #46 21 Dicembre 2009 – 14:54

    l’ultima cosa potreste aiutarmi divulgando con
    il copia incolla in tutti i blog interessati ,
    e una cortesia che vi chiedo magari aggiustando la punteggiatura

    ed altri errori ortografici grazie , tanto ho vinto . maurizio piazza 21/ 08/ 1966
    palermo via gaetano amoroso 21 , ecco un piccolo particolare se pensassivo
    di aiutarmi magari avvicinandovi a casa mia ,evitate rischiereste la vita cioe sareste uccisi ,
    sembra una minchiata , ma e solo verità grazie un abbraccio caloroso a chi crede di meritarlo a presto

    a ce gente che si inserisce con il mio indirizzo clonato bertolde@hotmail.it

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *