Analytics: inconsistenza? No…

Analytics, specie nella nuova versione, è la croce e delizia di chi deve valutare un sito web. Tante nuove funzionalità, tante limitazioni rispetto alla precedente “edizione” e qualche perplessità sui dati.

Oggi finalmente ho risolto un mio pesante dubbio, in merito alla valutazione dei dati del traffico organico. Poi il problema è più generale.

Base di partenza del mio dubbio sono questi dati che sintetizzo in questo schema:

Report: Pubblico > Panoramica
Segmento “traffico non a pagamento nella rete di ricerca” 762527 visite

Report: Tutto il traffico > Mezzo: Organico
768434 visite

Report: Tutto il traffico > Mezzo: Organico (doppio segmento)
Segmento: tutte le visite 762572 visite
Segmento: traffico non a pagamento nella rete di ricerca 762572 visite

Report: Tutto il traffico > Mezzo: Organico (doppio segmento)
Segmento: tutte le visite 762572 visite
Segmento: traffico dai referral 0 visite

Report: Tutto il traffico > Mezzo: Organico (singolo segmento)
Segmento: tutte le visite 768434 visite

Perchè questa inconsistenza? Perchè? Dopo aver provato tutto il possibile ahimè la soluzione era davanti ai miei occhi e grazie a Rossella sono riuscito a leggerla:

Google Analytics: rapporto accesso rapido

Ma porca paletta. Ma dentro di me una voce si alza e si chiede: ma perché se prima Analytics aveva il dato puro da darmi, quando segmento mi deve obbligatoriamente dare un dato “accesso rapido” quindi dati frutto di “statistiche” e campionamenti? Non voglio insegnare certo il lavoro a nessuno, ma ritengo che una sorta di caching potrebbe essere una feature ben accolta da chi deve lavorare sui dati.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *